Mafia: chiesto il processo per il sindaco di Castellammare del Golfo :ilSicilia.it
Trapani

è accusato di favoreggiamento

Mafia: chiesto il processo per il sindaco di Castellammare del Golfo

di
12 Gennaio 2021

Chiesto il rinvio a giudizio per il sindaco di Castellammare del Golfo, Nicolò Rizzo, accusato di favoreggiamento aggravato dall’aver agevolato Cosa nostra. La richiesta avanzata dai pm della Dda di Palermo (procuratore aggiunto Paolo Guido, sostituti procuratori Gianluca De Leo e Francesca Dessì) riguarda ventuno indagati, coinvolti nel blitz ‘Cutrarà del giugno scorso, tra cui il boss Francesco Domingo, detto ‘Ciccio Tempesta’, già condannato per essere stato il reggente della famiglia castellammarese.

Il rinvio a giudizio verrà discusso davanti al gup di Palermo a partire dal prossimo 15 gennaio. Inizialmente il primo cittadino – ex segretario del Partito popolare ed eletto sindaco nel 2018 con una lista di centrodestra – era indagato per concorso esterno in associazione mafiosa, ma adesso i pm palermitani hanno rimodulato l’accusa in favoreggiamento aggravato dall’avere agevolato Cosa nostra.

L’indagine è stata svolta dai carabinieri del comando provinciale di Trapani. La mattina del blitz Rizzo è stato interrogato dai magistrati di Palermo e all’uscita dal Palazzo di giustizia disse di “essere sereno poichè sempre lavorato in maniera trasparente nell’interesse esclusivo della mia città”.

Tra gli indagati anche il boss di Trapani, Francesco Virga, detenuto dal marzo 2019 e recentemente condannato a 5 anni e 5 mesi di reclusione. Ma anche l’ex presidente del consiglio comunale di Trapani, Francesco Di Bono, indagato per estorsione con l’aggravante del favoreggiamento a Cosa nostra.

Tra le accuse contestate al primo cittadino di Castellammare del Golfo, c’è un incontro del 18 giugno 2019 con il boss Domingo, svolto nell’abitazione del suocero di Rizzo. Durante l’incontro però il sindaco non aveva il cellulare con sè. Secondo i pm della Dda di Palermo, Rizzo “aiutava Francesco Domingo, nonchè Lilla e Nicola Di Bartolo, titolari della Comunità alloggio Madre Teresa (nella quale era socio di fatto anche Domingo) a ottenere un nuovo immobile ove esercitare detta attività economica, perchè potessero proseguire e incrementare l’attività economica”.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Anno nuovo, tante novità in arrivo

Con l'arrivo del 2022, le varie piattaforme streaming hanno annunciato molte novità  che riguardano sia nuove stagioni di serie già andate in onda, sia diverse interessanti nuove serie.

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Una politica con troppi Capi e pochi Leader

Sono giorni frenetici per la politica nazionale e siciliana. Iniziano assemblee, vertici e riunioni dei partiti per discutere le migliori strategie, per non perdere posizioni e leadership nelle varie coalizioni. Ma tutto ciò serve veramente a qualcosa?

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin