Mafia, confiscati beni per nove milioni a un boss palermitano :ilSicilia.it
Palermo

l'indagine della squadra mobile

Mafia, confiscati beni per nove milioni a un boss palermitano

di
8 Novembre 2018

La polizia ha eseguito un decreto di confisca di beni, mobili ed immobili per un valore di 9 milioni di euro, nei confronti di Antonino Maranzano, palermitano di 78 anni. Il decreto è stato disposto dalla sezione misure di prevenzione del tribunale di Palermo. All’uomo è stata notificata anche la sorveglianza speciale con l’obbligo di soggiorno nel comune di residenza per i prossimi tre anni.

Su Maranzano ha indagato la squadra mobile. A giugno del 2010 il 78enne fu coinvolto in un’operazione in cui furono arrestate 18 persone accusate di associazione mafiosa estorsioni e trasferimento fraudolento di valori, aggravato.

Il 17 gennaio 2013, con sentenza emessa dalla corte di appello di Palermo, divenuta irrevocabile il 21 febbraio 2014, Antonino Maranzano è stato condannato a otto anni e sei mesi di reclusione per aver fatto parte della famiglia mafiosa di Uditore, svolgendo il ruolo di referente per la “messa a posto” di imprese di Palermo e provincia.

Maranzano negli anni ha avuto rapporti con gli imprenditori mafiosi Francesco Bonura e Gaetano Sansone, quest’ultimo ha dato ospitalità a Toto Riina durante la sua latitanza.

La confisca riguarda la società Edil Color srl e il complesso dei beni aziendali con 7 immobili a Palermo, in corso Calatafimi ed in via Giuseppe Sunseri, e un’autovettura.

Ancora l’intero capitale sociale della società “3G Costruzioni e Servizi s.r.l.” e il complesso dei beni aziendali, tra cui 16 appartamenti a San Vito Lo Capo (Tp), 11 appartamenti, 5 cantine ed un esercizio commerciale a Palermo in via Evangelista Di Blasi, un ufficio in via Francesco Speciale,2 autocarri e 2 autovetture.

L’intero capitale sociale della società “Immobiliare Cld s.r.l.” e del complesso dei beni aziendali, tra i quali 7 immobili tra Palermo e San Vito Lo Capo e infine altre unità immobiliari ( appartamenti e box) tra i comuni di Palermo e San Vito Lo Capo, conti correnti bancari e polizze assicurative.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Blog

di Renzo Botindari

La Cosa Giusta

Il mio mondo è pieno di individui che hanno preso le scorciatoie e che con la loro scarsa morale minano alla base giornalmente i nostri principi essendo esempio di una classe vincente

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

Fine del Referendum?

Il voto delle amministrative del 12 giugno, i suoi risultati, con l’esultanza dei vincitori e la delusione degli sconfitti con il carico di polemiche e di recriminazioni, ha messo in ombra fino alla sua rimozione

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Remake e Reboot: un fenomeno in crescita

Non è certo un fenomeno nuovo, ma negli ultimi anni con l'avvento delle piattaforme streaming e il conseguente aumento della produzione di serie tv, i remake e i reboot ( in italiano rifacimento e riavvio) sono diventati molto frequenti. La differenza tra i due termini è sostanziale:

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Vota e fai votare…. ma pensa con la tua testa

Vi ricordate quando, parliamo anni 60 e 70 , durante il periodo elettorale,  passavano per i quartieri le vecchie Fiat 600 con il megafono montato nel portabagagli sul tetto e gridavano con voce decisa, vota e fai votare Pinuccio Tal dei tali, per il tuo futuro , per il futuro dei tuoi figli, per il lavoro

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.