Mafia dei pascoli, l'intercettazione su Antoci: "Ci vorrebbero 5 colpi di pistola" :ilSicilia.it
Messina

Contro l'ex presidente del Parco dei Nebrodi

Mafia dei pascoli, l’intercettazione su Antoci: “Ci vorrebbero 5 colpi di pistola”

di
18 Gennaio 2020

“Ci vorrebbero cinque colpi per farla finita definitivamente con tutto questo gruppo di Antoci, Manganaro e gli altri”: sarebbero le parole di un pregiudicato di Tortorici riportate in un’informativa dei carabinieri del Ros.

Parole riferite all’allora presidente del Parco dei Nebrodi Giuseppe Antoci e al dirigente del commissariato di Polizia di Sant’Agata di Militello Daniele Manganaro.

Nel 2016, per come si evince nell’annotazione dei Ros, tale soggetto nel dialogo con altri sodali “lamentando la gravità della contingente situazione… ne evidenziava la valenza dannosa ed il pericolo di rovina per tutti loro – caratterizzata da una restrizione nell’accesso ai contributi e dall’incremento dei controlli”.

antoci attentato
Foto Ansa, attentato Antoci

“Apprendo dell’annotazione dei Ros – afferma Antoci, sfuggito a un agguato su cui di recente la Commissione Regionale Antimafia ha sollevato dubbiche non fa altro che confermare il clima di odio che si respirava per la creazione del protocollo di Legalità che, come ha anche ben dimostrato l’operazione della Dda di Messina, dei Ros e della Guardia di Finanza, ha stroncato gli affari milionari della mafia. Il loro rancore è per me una medaglia, oggi più che mai. I fondi europei per l’agricoltura adesso vadano agli agricoltori e allevatori perbene che sono la
stragrande maggioranza in questo Paese ed è per loro e per la loro dignità che abbiamo lavorato con passione”.

Nei giorni scorsi è stata compiuta un’operazione contro quelle che è stata definita la “mafia dei pascoli” e che ha portato al sequestro di 151 imprese e all’arresto di 94 persone: boss, gregari, prestanome e insospettabili professionisti come un notaio.

 

 

LEGGI ANCHE:

Colpo alla mafia dei Nebrodi: 94 arresti. I clan puntavano sulle truffe all’Ue

Mafia dei Nebrodi, arrestato anche il sindaco di Tortorici

Attentato ad Antoci? “Tracce di mafia in questa vicenda non ce ne sono” | VIDEO INTERVISTA

© Riproduzione Riservata
Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

“Teoremi, Postulati e Dogmi”

Oggi il capo non vuole più esser messo in discussione. Una mente matematica come la mia nella sua vita si è nutrita di teoremi i quali partendo da condizioni iniziali arbitrariamente stabilite, giungono a conclusioni, dandone una dimostrazione.
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Mafia e antimafia

Dovendo parlare di mafia ed antimafia non si può non andare con la mente al 10 gennaio 1987 allorquando Leonardo Sciascia rilasciò una intervista al Corriere della Sera parlando di professionisti dell’antimafia
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.