Mafia: duro colpo al "re del calcestruzzo", confiscata villa da quattro milioni di euro :ilSicilia.it
Palermo

OPERAZIONE DELLA GUARDIA DI FINANZA

Mafia: duro colpo al “re del calcestruzzo”, confiscata villa da quattro milioni di euro

di
22 Ottobre 2019

Una villa dal valore di circa quattro milioni di euro è stata confiscata dalla Guardia di finanza di Palermo a Benedetto Valenza, 57 anni, soprannominato “re del calcestruzzo” di Borgetto. Il provvedimento è stato richiesto dalla sezione misure di prevenzione della Procura di Palermo.

A Valenza, storico esponente della famiglia mafiosa di Borgetto, è stata dunque confiscata una villa con piscina, con area SPA e boschetto privato a Partinico, nel Palermitano. Il 57enne è figlio di Salvatore e nipote di Erasmo, esponenti di vertice della famiglia mafiosa di Borgetto e vittime di lupara bianca, il 21 aprile del 1983, in quanto ‘uomini d’onore’ legati al gruppo del boss Gaetano Badalamenti.

Fin dagli anni ’90, sottolineano le Fiamme gialle, Valenza era considerato l’imprenditore di riferimento per la produzione di calcestruzzi delle famiglie mafiose dei Vitale e dei Brusca, riuscendo cosi’ a raggiungere una posizione di monopolio grazie alla protezione di Cosa nostra.

Già destinatario nel luglio 2001 di un provvedimento di confisca, Valenza “era riuscito comunque a reinserirsi nel settore della produzione e fornitura di calcestruzzo e conglomerati bituminosi, intestando fittiziamente beni e società a vari prestanome e gestendo, in tal modo, 5 impianti di calcestruzzo e una società di trasporto merci dislocati tra le province di Palermo e Trapani“, scrive la Guardia di finanza.

Indagini condotte tra il 2014 e il 2016 hanno permesso ai finanzieri di sequestrare una villa di circa 600 metri quadri, 22 vani, un parco di 1,5 ettari e una piscina lunga 22 metri e larga 11. “Proprio grazie a questi ultimi approfondimenti investigativi, svolti anche attraverso l’analisi dei rilievi aerofotogrammetrici dal 1994 ai giorni nostri, si e’ riusciti – evidenziano i finanzieri – a dimostrare che la costruzione della villa sia in realta’ avvenuta tra il 1994 e il 1998, anni in cui Valenza gia’ viveva in pieno la propria illecita espansione imprenditoriale“.

Per questo motivo, “e alla luce della evidente sproporzione fra redditi dichiarati e beni posseduti” e’ stata disposta la confisca della villa.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Blog

di Renzo Botindari

La Cosa Giusta

Il mio mondo è pieno di individui che hanno preso le scorciatoie e che con la loro scarsa morale minano alla base giornalmente i nostri principi essendo esempio di una classe vincente

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

Fine del Referendum?

Il voto delle amministrative del 12 giugno, i suoi risultati, con l’esultanza dei vincitori e la delusione degli sconfitti con il carico di polemiche e di recriminazioni, ha messo in ombra fino alla sua rimozione

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Remake e Reboot: un fenomeno in crescita

Non è certo un fenomeno nuovo, ma negli ultimi anni con l'avvento delle piattaforme streaming e il conseguente aumento della produzione di serie tv, i remake e i reboot ( in italiano rifacimento e riavvio) sono diventati molto frequenti. La differenza tra i due termini è sostanziale:

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Vota e fai votare…. ma pensa con la tua testa

Vi ricordate quando, parliamo anni 60 e 70 , durante il periodo elettorale,  passavano per i quartieri le vecchie Fiat 600 con il megafono montato nel portabagagli sul tetto e gridavano con voce decisa, vota e fai votare Pinuccio Tal dei tali, per il tuo futuro , per il futuro dei tuoi figli, per il lavoro

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.