Mafia, Maria Falcone: "Cambia e si sposta ma è sempre una emergenza" :ilSicilia.it
Palermo

il fatto

Mafia, Maria Falcone: “Cambia e si sposta ma è sempre una emergenza”

di
21 Marzo 2022

“Giovanni diceva che la mafia cambia a seconda delle esigenze del momento, ma resta sempre uguale. In questi anni abbiamo attraversato momenti difficilissimi, come il Covid e ora la guerra in Ucraina, e l’attenzione si è spostata su queste emergenze, ma non bisogna togliere spazio all’emergenza mafia. Che c’è, esiste e approfitterà di questi momenti di debolezza“.

Nella Giornata in ricordo delle vittime delle Mafie è questo il monito di Maria Falcone, sorella del giudice Giovanni Falcone, questa mattina a Torino per la piantumazione dell’Albero della Legalità. Donato dall’Arma, alla cerimonia di piantumazione dell’albero, all’interno della scuola primaria del Cottolengo, erano presenti il comandante regionale e provinciale dei Carabinieri, generali Aldo Iacobelli e Claudio Lunardo, e l’assessore comunale all’Istruzione Carlotta Salerno.

Mi auguro metta radici soprattutto nei giovani, che costituiranno la società del futuro e devono essere i garanti della voglia di vivere secondo le regole – spiega Falcone -. Quello che noi chiamiamo albero Falcone, che sorge davanti alla casa dove Giovanni viveva, ha rappresentato per Palermo il momento del risveglio delle coscienze. Vorrei che questo albero dovunque vada rappresenti questo risveglio”.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Una estate ricca di novità

L'estate è da sempre una stagione in cui i palinsesti delle tv in chiaro sono pieni di repliche di film e programmi tv. Film come Lo squalo, Pretty woman e la saga della Principessa Sissi sono delle presenze quasi costanti nelle programmazioni estive di molte tv

Blog

di Renzo Botindari

Election Day! Che bella parola

Nessuno mette in discussione che la nostra classe politica sappia fare dialettica e litigare a difesa delle proprie posizioni, o sappia addirittura demonizzare l’avversario, ma alla fine della elezioni chi uscirà vincitore dovrà governare

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

Primarie: un pasticcio alla siciliana

Nelle settimane scorse mentre dirigenti del PD siciliano si sbracciavano per spingere i propri iscritti e simpatizzanti a partecipare alle primarie e sostenere con il voto Caterina Chinnici, la candidata del partito, a Roma si consumava l’esperienza del governo Draghi.

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Vota e fai votare…. ma pensa con la tua testa

Vi ricordate quando, parliamo anni 60 e 70 , durante il periodo elettorale,  passavano per i quartieri le vecchie Fiat 600 con il megafono montato nel portabagagli sul tetto e gridavano con voce decisa, vota e fai votare Pinuccio Tal dei tali, per il tuo futuro , per il futuro dei tuoi figli, per il lavoro