Mafia, prefetto di Palermo: "Rafforzare prevenzione nei Comuni" :ilSicilia.it
Palermo

la dichiarazione

Mafia, prefetto di Palermo: “Rafforzare prevenzione nei Comuni”

di
14 Settembre 2021

“Rafforzare l’azione di prevenzione amministrativa dei tentativi di infiltrazione mafiosa nell’economia dei comuni di Balestrate, Ficarazzi, Roccamena e San Cipirello a garanzia di un sano sviluppo del territorio”.

Questo l’obiettivo che si intende perseguire con i protocolli di legalità sottoscritti dal Prefetto di Palermo, Giuseppe Forlani con queste amministrazioni “per innalzare il livello dei presidi volti a prevenire il rischio di infiltrazione mafiosa nei settori degli appalti e contratti pubblici, dell’urbanistica e dell’edilizia, anche privata”, afferma una nota.

Il protocollo prevede “principalmente l’estensione delle cautele antimafia nella forma più rigorosa delle informazioni all’intera filiera degli esecutori e dei fornitori, ed agli appalti di lavori pubblici sottosoglia”. Un ulteriore tassello nell’azione di promozione e tutela della legalità territoriale condotta dalla Prefettura di Palermo attraverso l’intensificazione del grado di cooperazione e collaborazione con gli Enti Locali.

Ad oggi sono quindi 20 i protocolli di legalità stipulati con Comuni della provincia. Il Prefetto ha sottolineato l’esigenza che “l’imprescindibile tutela della legalità sia coniugata con l’altrettanto necessario sviluppo di un territorio e della sua comunità, esigenza che assume particolare significato in siffatta congiuntura, alla vigilia di una prevista, e attesa, fase di ripresa economica”. “Tenuto conto degli ambiti di applicazione del protocollo, con particolare riguardo al settore dell’edilizia che rappresenta una voce importante sotto il profilo dei correlati sbocchi occupazionali che può assicurare”, il Prefetto ha altresì richiamato l’attenzione degli amministratori locali “sul tema della sicurezza sui luoghi di lavoro, raccomandando una attenta azione di vigilanza”.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Dagli sceneggiati alle serie TV

Mi sono avvicinato alla serialità televisiva negli anni 70, quando esisteva solo la Rai che trasmetteva con grande successo di ascolti, quelli che a quei tempi venivano chiamati sceneggiati tv
Banner Telegram

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Covid 19… per un nemico in più

Era il 1982, Riccardo Cocciante pubblicava il suo album ”Cocciante” e la canzone di successo fu “Per un amico in più”. In questa canzone il grande Riccardo ci descrive cosa non si fa per un amico in più.

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Classe dominante estrattiva

Nel mio ultimo saggio intitolato il lupo e l’agnello, pubblicato da Rubbettino, nelle librerie dal 1 luglio, tra i motivi del mancato sviluppo del Sud metto in evidenza quello della presenza di una classe dominante estrattiva

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin