Mafia, sequestrati beni per un milione di euro a un imprenditore ennese :ilSicilia.it
Enna

INDAGATE ANCHE ALTRE 10 PERSONE

Mafia, sequestrati beni per un milione di euro a un imprenditore ennese

di
11 Giugno 2021

Beni per un valore complessivo di oltre un milione di euro sono stati sequestrati dalla Direzione investigativa antimafia a un imprenditore, Ettore Forno, 54enne di Leonforte (Enna) gravato da numerosi precedenti penali, tra i quali anche una condanna in primo grado per usura.

Il provvedimento – emesso dal gip di Enna su richiesta della locale Procura – rientra nell’ambito di un procedimento penale che vede l’imprenditore indagato con altre 10 persone per trasferimento fraudolento di valori e autoriciclaggio, e trae origine da un’indagine svolta dalla Dia che ha permesso di accertare “l’esistenza di numerosi atti di attribuzione fittizia della titolarità o della disponibilità di beni, denaro o altra utilità, posti in essere dallo stesso al fine di sottrarli alla misura di prevenzione patrimoniale emessa su proposta del direttore dalla Dia nei suoi confronti nel 2018“.

Nello specifico, il decreto ha colpito l’intero compendio aziendale di una ditta attiva nel commercio al dettaglio di telefonia ed apparecchi di telecomunicazione, il 75,5% del capitale sociale di una s.r.l. operante nella somministrazione di bevande e alimenti sita all’interno del centro commerciale Sicilia Outlet Village in località Dittaino di Agira (Enna), 6 beni immobili tra fabbricati e terreni nelle province di Enna e Pescara, e 2 autoveicoli.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

La Repubblica compie 75 anni!

Una delle cause principali delle difficoltà in cui versa il Paese, segnato da uno sbandamento anche morale, da una involuzione culturale e civile, nasce sicuramente dall’avere smarrito il senso di questa data, da un affievolirsi dei valori che sono stati alla base della nascita della Repubblica

Wanted

di Ludovico Gambino

Giorgio Armani veste il David di Michelangelo per Dubai

La scultura, quella vera, è uno degli emblemi del nostro Rinascimento nonché simbolo dell'Italia nel mondo, originariamente collocata in Piazza della Signoria, per rappresentare la Repubblica fiorentina vigile e vittoriosa contro i nemici. L'opera, alta oltre cinque metri per cinque tonnellate di marmo di Carrara, ritrae l'eroe biblico nel momento in cui si appresta ad affrontare Golia, come ci racconta l’Antico Testamento.
Banner Ortopedia Ferranti

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin