"Magione We": il progetto artistico di educazione attiva alla cittadinanza [Fotogallery] :ilSicilia.it
Palermo

Cinque i weekend di attività

“Magione We”: il progetto artistico di educazione attiva alla cittadinanza [Fotogallery]

di
30 Settembre 2017

Magione WeLa scuola che diventa piazza“, è un progetto di integrazione sociale per educare grandi e piccoli alla cittadinanza attiva, al rispetto degli spazi collettivi, al piacere del fare arte insieme, che si svolgerà a Palermo fino al 12 novembre, a cura di CLAC, in collaborazione con l’Istituto comprensivo Amari-Roncalli-Ferrara di Piazza Magione e con il sostegno di MIBACT e MIUR.

In programma attività artistiche community-based nel cortile e nel giardino dell’Istituto Amari-Roncalli-Ferrara, ridisegnati e resi accessibili a tutti per l’occasione. Tanti gli artisti coinvolti a sottolineare il ruolo delle pratiche artistiche nei processi di integrazione sociale: da Jerusa Barros ad Alberto Nicolino, da Stefania Galegati Shines, a Igor Scalisi Palminteri, agli acrobati e giocolieri di Circ’Opificio e Circ’All.

Si comincia oggi, dalle 16.30 con la festa di inaugurazione del re-styling del cortile della Scuola Amari-Roncalli-Ferrara, e a seguire, sotto gli alberi del giardino avrà inizio il laboratorio di narrazione curato da Alberto Nicolino, “Sentieri del racconto alla Magione“, in cui si intrecceranno fiabe popolari e storie del quartiere.

Si prosegue domenica 1 ottobre, dalle 11 alle 13.30, con il laboratorio “Musiche da tanti mondi” a cura di Jerusa Barros, cantante e cantautrice capoverdiana di nascita e palermitana di adozione, che proporrà momenti di ascolto guidato e danze delle culture musicali della comunità. Sempre domenica, gli attori, ballerini, acrobati, mimi e clown di Circ’Opificio e Circ’All, daranno vita ad “Acrobati del presente“, una coinvolgente rassegna di circo contemporaneo.

Pensiamo che aprire gli spazi e creare occasioni libere e gratuite di partecipazione culturale sia lo strumento più importante per educare grandi e piccoli alla cittadinanza attiva, al rispetto degli spazi collettivi, al piacere del fare arte insieme – afferma Cristina Alga – project manager e co-founder dell’associazione CLAC che ha curato il progetto -.

Questo progetto – aggiunge Lucia Sorce, dirigente scolastico dell’Istituto Comprensivo Amari – Roncalli – Ferrara – segue la scia e la vision del Patto per il territorio Stazione-Magione-Kalsa, sottoscritto dal Comune di Palermo. La scuola sarà aperta nel pomeriggio e durante i week end per accogliere bambini, adulti, famiglie e cittadini curiosi ma soprattutto per rafforzare il ‘WE’, quel ‘noi’che significa ‘rete’, che auspica ‘ricerca di soluzioni condivise’, che spera nel reiterarsi delle buone pratiche sperimentate, una volta conclusosi il progetto“.

 

 

© Riproduzione Riservata
Tag:
Alpha Tauri
di Redazione

Dalle 700 bare ai Rotoli alla vita eterna!

Il progetto del cimitero da realizzare a Ciaculli risale al 2007, ben 13 anni or sono. Nel 2012 viene inserito nel piano triennale delle opere pubbliche del comune di Palermo, ma senza un euro di finanziamento
Politica
di Elio Sanfilippo

La politica, la storia e l’entusiasmo di zio Emanuele

Ci sarà tempo per ricordare la figura di Emanuele Macaluso, il suo impegno politico per liberare dal bisogno e dalla sofferenza la gente più povera e indifesa, migliorare le condizioni di vita dei lavoratori, tutelando diritti e dignità

In ricordo del Gattopardo: un romanzo che ci aiutò a capire la Sicilia e i siciliani

L’11 novembre 1958, usciva per i tipi della casa editrice Feltrinelli, Il Gattopardo, capolavoro e unico romanzo di Giuseppe Tomasi principe di Lampedusa. Il successo editoriale, in parte inaspettato, fu eccezionale, le edizioni si susseguirono una dopo l’altra con un ritmo che si riscontra in pochissimi casi per quanto riguarda il nostro panorama editoriale
Blog
di Giovanna Di Marco

Lidliota. E non è un romanzo

Ora mi chiedo come ci siamo ridotti se davvero su internet vanno a ruba le scarpe vendute alla Lidl a prezzi esorbitanti, perché pare che
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin