Mal di pancia nella Lega a Palermo, Ficarra esce dal gruppo consiliare :ilSicilia.it
Palermo

il Carroccio al Comune

Mal di pancia nella Lega a Palermo, Ficarra esce dal gruppo consiliare

di
17 Novembre 2020

Le conseguenze dell’ingresso dei componenti della famiglia Figuccia nella Lega non si sono fatte attendere in consiglio comunale a Palermo. Dopo l’annuncio dell’adesione di Vincenzo, deputato regionale, Sabrina consigliere comunale nel capoluogo siciliano, e di Marco, consigliere di circoscrizione sempre a Palermo, si registra l’abbandono del gruppo consiliare a Sala delle Lapidi di Elio Ficarra.

In una stringata lettera inviata al Presidente del consiglio comunale Salvatore Orlando e al gruppo consiliare Lega Salvini premier, Ficarra annuncia l’abbandono dello stesso e l’adesione al gruppo misto. Proprio stamattina ilSicilia.it aveva sottolineato come in Consiglio comunale le nuove adesioni fossero state accolte con un silenzio che sapeva di scetticismo, percepite come calate dall’alto dal commissario regionale Stefano Candiani e senza condivisione interna. Adesso l’addio al gruppo di Ficarra.

LA REPLICA DEL CONSIGLIERE FICARRA

La mia uscita dal gruppo consiliare della Lega non ha nulla a che vedere con l’adesione dei componenti della famiglia Figuccia al Carroccio. In questo momento di crisi sanitaria, economica e sociale ho deciso di aderire al gruppo misto. La mia formazione politica è moderata, cattolica e liberale, per questo ho intrapreso questo percorso che mi ha portato ad aderire al gruppo misto a Sala delle Lapidi, sempre in opposizione all’amministrazione attiva di questa città.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Una estate ricca di novità

L'estate è da sempre una stagione in cui i palinsesti delle tv in chiaro sono pieni di repliche di film e programmi tv. Film come Lo squalo, Pretty woman e la saga della Principessa Sissi sono delle presenze quasi costanti nelle programmazioni estive di molte tv

Blog

di Renzo Botindari

Election Day! Che bella parola

Nessuno mette in discussione che la nostra classe politica sappia fare dialettica e litigare a difesa delle proprie posizioni, o sappia addirittura demonizzare l’avversario, ma alla fine della elezioni chi uscirà vincitore dovrà governare

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

Primarie: un pasticcio alla siciliana

Nelle settimane scorse mentre dirigenti del PD siciliano si sbracciavano per spingere i propri iscritti e simpatizzanti a partecipare alle primarie e sostenere con il voto Caterina Chinnici, la candidata del partito, a Roma si consumava l’esperienza del governo Draghi.

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Vota e fai votare…. ma pensa con la tua testa

Vi ricordate quando, parliamo anni 60 e 70 , durante il periodo elettorale,  passavano per i quartieri le vecchie Fiat 600 con il megafono montato nel portabagagli sul tetto e gridavano con voce decisa, vota e fai votare Pinuccio Tal dei tali, per il tuo futuro , per il futuro dei tuoi figli, per il lavoro