Maltempo in Sicilia: si aggrava il bilancio delle vittime :ilSicilia.it

Sarebbero 12 i morti a causa dell'alluvione

Maltempo in Sicilia: si aggrava il bilancio delle vittime

di
4 Novembre 2018

Sarebbero dodici i morti a causa dell’alluvione che si è abbattuto ieri sera sulla Sicilia occidentale. Un corpo è stato recuperato a Vicari, nel Palermitano, e due in provincia di Agrigento, a Cammarata. Ancora disperso un medico nel Corleonese.

Nella notte, i Carabinieri di Cammarata hanno setacciato tutte le strade di accesso al paese, perchè, a mezzanotte, una famiglia del posto aveva fatto presente che due loro parenti sarebbero dovuti giungere in serata dalla Germania. Le ricerche hanno avuto purtroppo un esito drammatico quando, questa mattina, sulla strada provinciale che collega Castronovo di Sicilia a Cammarata, i Carabinieri hanno notato un’auto travolta da una frana e trascinata in un dirupo lungo un torrente. I militari sono scesi a piedi aiutandosi con delle corde e tra mille difficoltà hanno trovato due corpi sommersi dai detriti dopo essere stati sbalzati fuori dal veicolo. Le operazioni di recupero sono ancora in corso da parte dei Carabinieri e di una squadra specializzata dei Vigili del Fuoco. In volo anche un elicottero. Ci vorranno ore per il recupero e per la loro certa identificazione, anche se è forte il sospetto che si tratti delle due persone di cui era stata denunciata la scomparsa ieri sera.

Sarà lutto cittadino a Salemi (Trapani) per i funerali di Alessandro Scavone, consigliere comunale che ha perso la vita a Vicari, nel Palermitano, travolto dalle acque di un fiume esondato. La decisione è del sindaco, Domenico Venuti. “Una tragedia spaventosa – afferma Venuti -. Salemi perde un giovane conosciuto e stimato, che amava la vita e la sua città. Ci stringiamo attorno alla famiglia, colpita da questo grave lutto. Ai familiari il cordoglio mio, dell’Amministrazione e di tutti i salemitani scossi da questa grave perdita“.

Cordoglio viene espresso anche dal presidente del consiglio comunale di Salemi, Lorenzo Cascio, a nome di tutta l’assemblea cittadina: “Scavone era una persona perbene e corretta, che ha svolto con grande serietà il suo ruolo di consigliere comunale – dice Cascio – coniugando al meglio lavoro e passione politica“.

LEGGI ANCHE:

Il maltempo fa strage: dieci morti in Sicilia, anche oggi allerta meteo

© Riproduzione Riservata
Tag:

Blog

di Renzo Botindari

Avessimo almeno cercato un cambiamento

L’olio galleggia sull’acqua, ma poi strapazzare il contenitore, spargere in goccioline questo liquido più leggero dell’acqua, ma appena terminato lo stress le varie goccioline convergono nel centro riunificandosi e creando una unica chiazza galleggiante.

Se sei donna

di Mila Spicola

Tre donne siciliane che hanno fatto la Storia

Conosciamo in tanti la storia di Franca Viola, di Alcamo, che nel 1968, appena diciottenne, sostenuta dalla sua famiglia, rifiutò un matrimonio riparatore, diventando un simbolo della crescita civile dell'Italia nel secondo dopoguerra e dell'emancipazione delle donne italiane.

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Remake e Reboot: un fenomeno in crescita

Non è certo un fenomeno nuovo, ma negli ultimi anni con l'avvento delle piattaforme streaming e il conseguente aumento della produzione di serie tv, i remake e i reboot ( in italiano rifacimento e riavvio) sono diventati molto frequenti. La differenza tra i due termini è sostanziale:

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Vota e fai votare…. ma pensa con la tua testa

Vi ricordate quando, parliamo anni 60 e 70 , durante il periodo elettorale,  passavano per i quartieri le vecchie Fiat 600 con il megafono montato nel portabagagli sul tetto e gridavano con voce decisa, vota e fai votare Pinuccio Tal dei tali, per il tuo futuro , per il futuro dei tuoi figli, per il lavoro

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Blog

di Alberto Di Pisa

Democrazia diretta e indiretta

Di recente Grillo ha dichiarato di non credere in una forma di rappresentanza parlamentare ma nella democrazia diretta citando in proposito il referendum come il massimo dell’espressione democratica.