18 novembre 2018 - Ultimo aggiornamento alle 12.15
caronte manchette
caronte manchette
Palermo

rinvenuto nel territorio di roccamena

Trovato il corpo del medico scomparso nel Corleonese | Video

8 novembre 2018

Guarda il video in alto

E’ stato ritrovato il corpo del medico palermitano Giuseppe Liotta, 40 anni. Si trovava nella località di Frattina al confine tra Roccamena e Monreale, a circa 10 chilometri da dove è stata trovata la sua automobile, in un vigneto invaso dal fango vicino alla Sp4.

A trovarlo, un elicottero della polizia di Stato che si è alzato in volo questa mattina dall’aeroporto palermitano di Boccadifalco.

Il corpo è stato recuperato grazie agli uomini del Soccorso Alpino e speleologico che si sono fatti calare in zona e lo hanno raggiunto camminando in giuseppe-liottamezzo al fango.

Il corpo di Giuseppe Liotta è stato trovato senza vestiti, col volto immerso nel fango dopo le gole del Drago. Il cadavere sballottato dalla furia dell’acqua tra le rocce avrebbe perso una gamba. È previsto lo spostamento della salma all’ospedale dei Bianchi di Corleone, dove si effettueranno ulteriori accertamenti dopo quello effettuati sul posto dal medico legale.

Una raccolta fondi e la proposta di intestare una strada a Giuseppe Liotta, intanto, è stata decisa dall’Ordine dei medici di Palermo, riuniti in seduta straordinaria, che “si stringono attorno al dolore della famiglia”.

“Vogliamo ricordarlo quale simbolo di tenacia e impegno di un’intera categoria perché un medico, superando anche le proprie paure, è sempre pronto a prestare le sue cure ovunque serva la sua presenza, mettendo a repentaglio anche la propria vita. Ed è ciò che Giuseppe ha fatto”, dice Salvatore Amato, presidente dell’Omceo di Palermo“La notizia della sua morte dopo giorni di ricerca – aggiungono i consiglieri – ha portato un grande dolore in tutti coloro che lo hanno conosciuto ed hanno avuto l’opportunità di apprezzare le sue dote umane e professionali. Perdiamo un grande collega a cui in tanti hanno voluto bene e stimato. In un momento di profonda tristezza, inviamo un abbraccio forte alla famiglia, a cui vogliamo offrire anche un aiuto reale per i momenti difficili che dovrà affrontare insieme alla grave perdita”.

Alla memoria di Giuseppe Liotta sarà intitolato il reparto di Pediatria dell’ospedale ‘Dei Bianchi’ di Corleone nel quale lavorava da febbraio e che sabato scorso stava cercando raggiungere per non mancare al suo turno di lavoro. Lo ha annunciato il commissario straordinario dell’Azienda sanitaria provinciale di Palermo, Antonio Candela. “L’intera Asp – ha aggiunto – con tutto il suo personale in questo momento di dolore si stringe alla famiglia ed a tutti i colleghi che hanno affiancato Giuseppe nel suo brillante percorso professionale“. La salma sarà trasferita all’ospedale dei Bianchi di Corleone, dove si effettueranno ulteriori accertamenti.

 

 

LEGGI ANCHE

La moglie del medico morto: “Voglio vedere mio marito”

Proseguono le ricerche del medico scomparso, le immagini dall’elicottero | VIDEO

Tag:
LiberiNobili
di Laura Valenti

I bambini iperattivi non sono maleducati

Alle scuole e alle famiglie mancano sempre le risorse sufficienti per svolgere al meglio questo difficile incarico. Occorre che tutte le figure coinvolte lavorino in sinergia, assumendo atteggiamenti autorevoli e coerenti.
Andiamo a quel Paese
di Valerio Bordonaro Marco Scaglione

Diario di Singapore – Seconda Parte

Opportunità di business per le aziende siciliane, sia nella grande distribuzione, sia in hotel, ristoranti e catering. A Singapore i prodotti che potrebbero avere mercato sono: i preparati per gelato, i dolci da forno, i formaggi, le birre semi-artigianali, le conserve di verdura e le conserve ittiche.