Maltempo, voragini nell'asfalto e automobilisti in panne nel Palermitano :ilSicilia.it
Palermo

dopo il temporale di stanotte

Maltempo, voragini nell’asfalto e automobilisti in panne nel Palermitano

17 Novembre 2018

Nuovi danni e disagi per il maltempo, ieri sera, tra Palermo e provincia: allagamenti e voragini nell’asfalto. Nel capoluogo, gravi i danni subiti da abitazioni, strade ed esercizi commerciali: il ristorante “la Fattoria” è stato letteralmente inondato.

A Monreale, in via Corpo di guardia, il torrente cosiddetto “Vadduneddu”, normalmente di piccola portata, è esondato. Il tubo che contiene le acque e che passa sotto la strada si è spezzato: è stato trascinato per diversi metri, portando con sé il materiale di sostegno della strada, il manto stradale è franato mostrando una voragine. I vigili del fuoco, la protezione civile e i carabinieri sono intervenuti e hanno deciso di chiudere la strada.

Le auto dei residenti, infatti, non possono più uscire, e si è reso necessario attraversare a piedi il tratto di strada interdetto, sotto il cui manto si intravede il vuoto. Le acque hanno inondato anche alcune ville più a valle, in via Aquino Molara, sempre nel territorio di Monreale. Acqua e fango sono entrate nelle abitazioni.  

Nel parcheggio della sala ricevimenti “Villa Riis” l’acqua ha raggiunto i 50 centimetri di altezza, un’automobile in sosta nel parcheggio del condominio adiacente è stata travolta e trascinata nel torrente. Difficoltà anche per gli automobilisti che si sono trovati a guidare in circonvallazione.

Registrati dei piccoli smottamenti vicino ad una palazzina in via Pietro Novelli, dove i volontari della protezione civile hanno transennato l’area. Strade allagate e garage e pian terreni invasi dall’acqua in via stradale vicinale Badame.

Ad Altavilla Milicia, invece, un automobilista è rimasto impantanato ed è stato soccorso dai vigili del fuoco.

 

Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

L’Indivia e l’Invidia?

Ricordate ognuno è ciò di cui si circonda, se ci si circonda del nulla e se si dà spazio al nulla è perché per primi non si crede nel nostro valore e tutto questo credetemi non potrà durare, si ci vorrà ancora del tempo, ma questo “giorno della marmotta finirà”.
LiberiNobili
di Laura Valenti

Caino e Abele

L’odio tra fratelli genera nei genitori un forte dispiacere. Si chiedono: “dove abbiamo sbagliato?”. Trovare il colpevole non serve a risolvere la questione. Provate a studiare una soluzione di compromesso e, se non trovate terreno fertile, considerate le ragioni divine di questo impasse.
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Cos’è la Medicina interna e perché può essere una risorsa per il Sistema sanitario nazionale

Un grande maestro il professore Giacinto Viola scriveva sul suo trattato di Medicina Interna del 1933: “in Clinica tutto è improvvisazione, caso per caso, e gli ammalati così diversi sempre, anche quando hanno la stessa malattia, sono poi così mobili nei loro sintomi e fatti obiettivi, che spesso ciò che di essi si dice alla sera non è più vero al mattino”. 
Wanted
di Ludovico Gippetto

“I vestiti nuovi” della dea di Morgantina

Il caso della famigerata dea di Morgantina, ritornata in Sicilia nel 2011 dopo una lunga trattativa con uno dei più grandi musei del pianeta: il J. Paul Getty Trust di Malibu, in California.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.