“Mangiare bene e male a Palermo e provincia”, il gruppo spopola su Facebook :ilSicilia.it
Palermo

Oltre 73 mila iscritti

“Mangiare bene e male a Palermo e provincia”, il gruppo spopola su Facebook

di
8 Novembre 2017

PALERMO – Dove andiamo a mangiare stasera? Mi consigli una buona trattoria? Ma là come è la pizza? Si mangia bene o male in quel posto?

Chissà quante volte abbiamo fatto una di queste domande raccontando le nostre esperienze, dopo avere frequentato locali e ristoranti. E non sorprende: sul cibo non si discute e non discute in particolare il palermitano, che ad ora di aprire il portafoglio, sulla base dei piatti assaporati e della modalità del servizio, sa bene cosa fare una volta uscito dal locale. Con tanto di accurata descrizione consiglierà a parenti, amici e conoscenti quel determinato posto, oppure metterà un divieto categorico: “Qua non ci vengo più!”

Insomma, il passaparola che, vuoi o non vuoi, su tema food, per quanti devono compiere la fatidica scelta del “dove andiamo a mangiare” si conferma un presupposto fondamentale. Al giorno d’oggi poi, ai tempi dei social, questa tendenza è ancora più immediata. Basta un semplice click e al via alla condivisione della propria recensione: dopo avere individuato il locale, ordinato e assaporato le varie pietanze, occorre semplicemente entrare su Facebook e mettere un bel post.

Certo, qualcuno potrebbe dire che ci sono delle app specifiche. Nonostante tutto, sia per velocità che per comodità, pare che “Faccia da libro”, su questo versante, sia il social network più gettonato.

Su Facebook, infatti, non mancano – anzi abbondano – i gruppi all’interno dei quali gli  utenti possono recensire luoghi mangerecci, raccontando i momenti trascorsi all’insegna del cibo. 

Tra questi spicca il gruppo “Mangiare bene e male a Palermo e provincia”, che sin dalla sua nascita in pochissimo tempo ha raggiunto tantissimi iscritti, che ad oggi ammontano ad oltre 73 mila.

Il gruppo  – spiega uno degli amministratori Raffaela Usenza –  è nato qualche anno con l’intento di creare su Facebook una community che condividesse la passione per il cibo e soprattutto l’entusiasmo di raccontare le proprie esperienze. Io insieme agli altri due amministratori,  Francesco Caronia e Franco Nicosia, vigiliamo con attenzione  affinché le regole stabilite vengano rispettate. In particolare, stiamo attenti che all’interno del gruppo, dal momento che si tratta di locali, possa esserci qualche tipo di pubblicità”.

La passione per il cibo, la voglia di scoprire e conoscere locali nuovi, condividendoli con gli altri, sono tra i fattori che rendono quotidianamente dinamica e attiva la community. Anche noi de ilSicilia.it lo abbiamo consultato per un’analisi social dei luoghi più apprezzati per gustare il miglior panino con la milza a Palermo.

Le recensioni “devono essere il più dettagliate possibile”, con la descrizione delle pietanze, costi, tempi di attesa e cortesia. Inoltre, un aspetto a cui i tre amministratori tengono molto – come specificato tra le informazioni –  è che nella recensione ci siano indicazioni relative all’accessibilità (scivoli/ingressi facilitati/ampiezza porte) e fruizione dei servizi igienici per i diversamente abili.

Per quanto riguarda le fotografie, queste non sono obbligatorie. “Anche se le immagini arricchiscono ulteriormente la recensione, i membri del gruppo  – conclude Usenza –  in un post apprezzano inevitabilmente il contenuto testuale, perché è da questo che emerge il punto di vista di ognuno e ci si rende conto effettivamente del grado di soddisfazione di un locale o meno”. 

 

© Riproduzione Riservata
Tag:

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Merchandising: Fenomeno planetario, dove acquistare

Il mio primo acquisto di un articolo legato ad una serie tv o ad una saga cinematografica è avvenuto due decenni fa quando, trovandomi a Bologna a passare il capodanno da amici, andai a visitare un negozio del quale avevo sentito parlare tra gli appassionati di fantascienza.

Wanted

di Ludovico Gippetto

Nudité: una mostra fotografica che custodisce memorie altre

Si inaugura a Ragusa la mostra fotografica "Nudité - Il Giardino di Afrodite" a cura di Giuseppe Nuccio Iacono. La collettiva nasce dal lavoro del 1° Seminario della fotografia di Nudo nell’ottobre del 2019, in collaborazione con il Festival europeo del Nudo di Arles (Francia).

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.

Blog

di Renzo Botindari

La strada ed il pallone

Quanti di voi sono cresciuti giocando per strada, hanno frequentato le scuole pubbliche, dovendo crescere a volta prima del previsto? Cosa oggi hanno imparato e cosa possono consigliare alle nuove generazioni?

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

Aldo Rizzo: una risorsa sprecata

Nei giorni scorsi abbiamo appreso la triste notizia della scomparsa di Aldo Rizzo conosciuto e apprezzato prima come magistrato e poi come politico e amministratore pubblico.

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Una politica con troppi Capi e pochi Leader

Sono giorni frenetici per la politica nazionale e siciliana. Iniziano assemblee, vertici e riunioni dei partiti per discutere le migliori strategie, per non perdere posizioni e leadership nelle varie coalizioni. Ma tutto ciò serve veramente a qualcosa?

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin