15 novembre 2018 - Ultimo aggiornamento alle 07.31
caronte manchette
caronte manchette
Palermo

I dati sono stati diffusi dall'organizzazione

Manifesta 12 chiude i battenti: ecco i numeri ufficiali della biennale | Foto

8 novembre 2018
'
'
'
'
'
'
'
'
'
'
'
'
'
'

Guarda le foto in alto 

La “Biennale nomade” di arte contemporanea Manifesta 12 ha chiuso in battenti, come da programma il 4 novembre, con una cerimonia in tono minore, per rispetto alle vittime del maltempo registrate a Palermo e con il passaggio formale ai rappresentanti culturali della prossima sede che sarà Marsiglia.

manifesta 12

I dati diffusi da “Manifesta” e dal comune di Palermo per i circa cinque mesi delle esposizioni della XII edizione, intitolata  “Planetary Garden – Cultivating coexistence“, contano 483.712 visite in 145 giorni di apertura al pubblico.

Tra luoghi istituzionali e non, venti in tutto, come chiese, oratori, giardini pubblici e antichi palazzi nobiliari, molti dei quali riaperti al pubblico l’occasione, sono stati installati anche 71 progetti tra gli Eventi Collaterali, ai quali si sono affiancati quelli della “nuova costola” del programma 5x5x5; non ultime le proiezioni di film all’arena La Sirenetta, anche questa riaperta per l’occasione, e al Teatro Garibaldi.

Entrando nel dettaglio del numero dei singoli visitatori, “Manifesta” stima sia sui 206.456 persone: il 67% delle quali sono arrivate dall’Italia, il 19% da uno dei Paesi dell’Unione Europea e il 14% da altri Paesi.

Oltre 20 mila coloro che, nei due anni di attività preparatoria alla biennale, hanno partecipato al programma del dipartimento Educazione di Manifesta 12, tra cui 72 associazioni locali e 34 scuole pubbliche di Palermo.

Manifesta 12

I giardinieri (gli addetti alle visite) di Manifesta 12 hanno condotto 822 visite guidate, oltre i tour gratuiti per le scuole e associazioni civiche, ottenendo l’ottimo risultato di 8.925 persone coinvolte nei tour.

Nel corso dell’anno, inoltre, sono state cinque le pubblicazioni prodotte.

Numeri, comunque, che non possono essere confrontati con le scorse edizioni di Manifesta Biennial, avendo proposto un progetto curatoriale sperimentale e avendo dilatato l’apertura dell’edizione palermitana.

A fine ottobre, l’Istituto Nazionale di Statistica Istat ha presentato un dossier dedicato a Palermo Capitale della Cultura e Manifesta 12, cercando di individuare l’impatto che questi eventi hanno avuto sui flussi turistici.

piazza magione manifesta

I dati dffusi contano un numero quasi raddoppiato di presenze di visitatori internazionali, e un aumento della partecipazione dei cittadini ad attività culturali che mette Palermo e i palermitani al di sopra della media nazionale.

La biennale, infine, ha visto all’opera un gruppo di 40 professionisti, sia italiani che internazionali, e oltre 100 volontari.

 

Tag:
LiberiNobili
di Laura Valenti

I bambini iperattivi non sono maleducati

Alle scuole e alle famiglie mancano sempre le risorse sufficienti per svolgere al meglio questo difficile incarico. Occorre che tutte le figure coinvolte lavorino in sinergia, assumendo atteggiamenti autorevoli e coerenti.
Andiamo a quel Paese
di Valerio Bordonaro Marco Scaglione

Diario di Singapore – Seconda Parte

Opportunità di business per le aziende siciliane, sia nella grande distribuzione, sia in hotel, ristoranti e catering. A Singapore i prodotti che potrebbero avere mercato sono: i preparati per gelato, i dolci da forno, i formaggi, le birre semi-artigianali, le conserve di verdura e le conserve ittiche.