"Mare fest" entra nel vivo con tutti i laboratori e sabato il gran finale | VIDEO INTERVISTE | ilSicilia.it :ilSicilia.it

l'iniziativa dedicata a Sebastiano Tusa

“Mare fest” entra nel vivo con tutti i laboratori e sabato il gran finale | VIDEO INTERVISTE

26 Settembre 2019

Guarda le interviste in alto

Prosegue fino al 28 settembre, “Mare Fest. Vietato non toccare” la Festa del Mare per bambini vedenti, ipovedenti e non vedenti, intitolata alla memoria di Sebastiano Tusa e organizzata nell’ambito della quinta edizione del “Villaggio Letterario”.

Le attività e i laboratori sono in corso fra l’Arsenale della Marina Regia, sede della Soprintendenza del Mare, fondata da Sebastiano Tusa, l’Istituto dei Ciechi Florio e Salamone e il Museo Regionale d’Arte Moderna e Contemporanea Riso.

Alessandra De Caro

Fra i laboratori c’è quello di braille e alla riscoperta dei cinque sensi a cura del tiflologo Nando Sutera della Biblioteca Italiana ciechi “Regina Margherita” Onlus, in collaborazione con Giovanna Virga dell’Istituto Ciechi Florio e Salamone e con la tiflologa Maria Concetta Cusimano della Federazione Nazionale delle Istituzioni pro Ciechi Onlus: un modo per avvicinare tutti i bambini al metodo universale di scrittura, di lettura e alla scoperta dei 5 sensi. E ancora, il laboratorio artistico sensoriale per la costruzione di un libro tattile ecologico, cioè senza plastica e con anche materiali di riciclo e di riuso, curato dall’artista Monica Saladino, in collaborazione con l’artista Maria Badalamenti, il tiflologo Nando Sutera, la tiflologa Maria Concetta Cusimano, l’architetto Alessandra De Caro e l’architetto Anna Russolillo.

E poi c’è il laboratorio sul Mare curato dal noto biologo marino autore di libri ludico scientifici sul mare per bambini Franco Andaloro e in collaborazione con gli ecologi marini Antonio Scannavino e Oriella Notaro. Fra gli eventi di questa prima edizione l’incontro con il pescatore Ninì D’Angelo e con l’antropologo Andrea Govinda Tusa, e un laboratorio di lettura e scrittura creativa a cura dell’attore Gianni Nanfa e della scrittrice Lucia Vincenti.

Il diving “La perla nera”, protagonista del laboratorio sulle attività subacquee, curato dall’istruttore diving “La Perla Nera” Roberto Fedele con il subacqueo Giuseppe Ferrante e il laboratorio di archeologia subacquea a cura di Antonella Testa e Giorgia Tinnirello, con Anna Russolillo e con Alessandra De Caro della Soprintendenza del Mare. E ancora, il laboratorio diretto dal professor Franco Foresta Martin redattore scientifico per 35 anni del Corriere della Sera che, in collaborazione con Anna Russolillo e Licia Corsale, per scoprire e toccare, grazie ad un plastico in legno immerso in una vasca, i vulcani sommersi realizzati dall’artigiano usticese Pasquale Palermo e farà leggere in nero braille i nomi di tutti i vulcani dalla Sicilia alla Campania.

Sabato 28 settembre, alle 11, il gran finale di questa prima edizione di “Mare fest” al Museo Regionale d’Arte Moderna e Contemporanea, con l’inaugurazione della mostra “Sebastiano Tusa. Le Radici profonde nel Mare”, che prevede l esposizione dei libri tattili ecologici e delle opere degli artisti del Museo Riso. La mostra resterà aperta al pubblico fino al 10 ottobre 2019 per poi trasferirsi all’Arsenale della Marina Regia e nel 2020 viaggerà a Napoli per la seconda edizione di Mare Fest.

LEGGI ANCHE:

Al via il progetto “Mare Fest. Vietato non toccare” con attività e laboratori sulla multisensorialità | Video interviste

Tag:

La pittrice della Via Crucis | LE FOTO

Con questo bell'articolo sulla pittrice Maria Pia De Angelis si inaugura oggi "L'Occhiotriquetro - note e postille", la nuova rubrica di Piero Longo, poeta, critico teatrale, critico e storico dell'arte, nonché presidente de "Gli Amici del Teatro Biondo" e presidente onorario di "Italia Nostra Palermo"
Il cielo di Paz
di Mari Albanese

Ad Alimena la Misericordia cuce le mascherine per tutti

La Misericordia di Alimena, che da anni opera nel sociale ed è fautrice di tante belle iniziative, ha iniziato a produrre le mascherine. Saranno distribuite gratuitamente a chi ne farà richiesta e sono già state stilate diverse liste per andare incontro soprattutto alle esigenze di tanti anziani.
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Covid 19: cosa è bene sapere

Tutti e tre questi virus hanno come serbatoio animale i pipistrelli. Il passaggio delle infezioni virali da animale a uomo sono molto rare ma nel caso dei coronavirus sopra riportati il virus è riuscito a passare nell’essere umano e si è diffuso da persona a persona