22 Settembre 2019 - Ultimo aggiornamento alle 08.30
Messina

La kermesse dall'11 al 14 luglio

MareFestival: a Salina l’omaggio a Massimo Troisi con Maria Grazia Cucinotta e tanti vip | FOTO

4 Giugno 2019
Maria Grazia Cucinotta e il direttore artistico Massimiliano Cavaleri
Serena Autieri
Maurizio Costanzo e Massimiliano Cavaleri
Giovanni Veronesi e Matt Dillon
Enzo Decaro riceve il Premio Troisi
Enzo Decaro bacia il Premio Troisi
Anna Galiena ritira il Premio Troisi
Nel 2012 la Cucinotta scopre la scultura dedicata nella strada intitolata a Troisi
La conferenza stampa a Salina nel 2018 con alcuni ospiti e la madrina del Festival

SCORRI LE FOTO IN ALTO

Il 4 giugno di venticinque anni fa moriva uno degli attori e registi più amati del cinema italiano: Massimo Troisi, il cui indimenticabile ricordo è legato soprattutto all’isola di Salina dove girò l’ultimo capolavoro “Il Postino“, candidato a quattro premi Oscar e vincitore di una statuetta per la colonna sonora.

MareFestival ogni anno ricorda lo straordinario artista originario di San Giorgio a Cremano (NA) con la consegna di un riconoscimento istituito sette anni fa insieme con la madrina della manifestazione Maria Grazia Cucinotta, interprete della pellicola che le cambiò la vita e le diede il successo internazionale. Ogni anno l’attrice torna al Festival, dopo che nel 2012 inaugurò la prima strada di Salina intitolata a Troisi, il porticciolo turistico dove attraccano gli aliscafi, impreziosito da una scultura di Antonello Arena, donata dalla manifestazione all’isola.

L’VIII edizione della kermesse diretta dal giornalista Massimiliano Cavaleri e organizzata da Patrizia Casale e Francesco Cappello dell’associazione culturale Prima Sicilia, si svolgerà da giovedì 11 a domenica 14 luglio nell’isola eoliana. Quattro giorni di proiezioni di lungometraggi, corti e documentari in anteprima, incontri e interviste con personaggi dello spettacolo, esibizioni live, spazio ai talenti emergenti e alla moda legata al grande schermo nelle serate presentate dalle giornaliste Nadia La Malfa e Marika Micalizzi nella piazza principale di Santa Marina Salina, comune guidato dal sindaco Domenico Arabia e dall’assessore al Turismo Linda Sidoti, che fin dal primo anno ha patrocinato l’appuntamento, ormai tra i più attesi del calendario delle Eolie.

In questi anni hanno ricevuto il Premio Troisi numerosi artisti tra cui: Matt Dillon, Sergio Castellitto, Serena Autieri, Giorgio Pasotti, Valeria Solarino, Edoardo Leo, Sabrina Impacciatore, Margaret Mazzantini, Sabina Guzzanti, Giovanni Veronesi, Massimo Dapporto, Fausto Brizzi, Roberto Lipari, I Soldi Spicci, i Jalisse, Gigliola Cinquetti, Nicolas Vaporidis, Lucia Sardo, Tony Sperandeo, Sandra Milo, Catena Fiorello, Roberto Andò, Ezio Greggio, Enzo Decaro, Barbora Bobulova, Ninni Bruschetta, Donatella Finocchiaro, Anna Galiena, Maurizio Costanzo, Anna Marchesini, Alessandro Haber e tanti altri.

Non solo cinema: da un po’ di anni l’evento accoglie artisti musicali, scrittori e presentazioni di libri e momenti dedicati alle eccellenze in ambito sportivo. L’edizione del 2019 inoltre è gemellata con il Club Panathlon Messina, che riunisce atleti ed esperti sportivi, e la Rassegna cinematografica internazionale SportFilmFestival, il più antico festival di cinema e sport al mondo che giunge alla 40esima edizione il prossimo dicembre a Palermo: il vincitore ritirerà nel 2020 il Premio Troisi di Salina.

Il programma dettagliato di MareFestival 2019 sarà illustrato in una serata di presentazione – conferenza stampa giovedì 27 giugno (ore 19) al Circolo Tennis e Vela di Messina: verranno annunciati ospiti, contenuti, partner e sostenitori.

 

Tag:
Blog
di Renzo Botindari

L’Urbanista e il Ghostwriter

Sono cinquant’anni che percorro le stesse strade nella stessa città e quello che da sempre mi salta in mente è la piena considerazione che non sono i fabbricati a cambiare, ma è la gente e soprattutto il loro modo di vivere.
LiberiNobili
di Laura Valenti

I passi di gambero e la regressione nei bambini

La probabilità di ricorrere a meccanismi di difesa regressivi è alta se alla particolare vulnerabilità emotiva del bambino si aggiungono atteggiamenti genitoriali di iperprotezione e di paura fino ad arrivare al baby-talking, per cui il bambino tende a ritirarsi sempre più dal rapporto con l'esterno.
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Cos’è la Medicina interna e perché può essere una risorsa per il Sistema sanitario nazionale

Un grande maestro il professore Giacinto Viola scriveva sul suo trattato di Medicina Interna del 1933: “in Clinica tutto è improvvisazione, caso per caso, e gli ammalati così diversi sempre, anche quando hanno la stessa malattia, sono poi così mobili nei loro sintomi e fatti obiettivi, che spesso ciò che di essi si dice alla sera non è più vero al mattino”. 
Wanted
di Ludovico Gippetto

“I vestiti nuovi” della dea di Morgantina

Il caso della famigerata dea di Morgantina, ritornata in Sicilia nel 2011 dopo una lunga trattativa con uno dei più grandi musei del pianeta: il J. Paul Getty Trust di Malibu, in California.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.