Marevivo, è emergenza plastica: alle Eolie il nuovo piano anti inquinamento :ilSicilia.it
Messina

Le amministrazioni in campo per "EmergenSea"

Marevivo, è emergenza plastica: alle Eolie il nuovo piano anti inquinamento

23 Aprile 2019

 

Dopo Lipari, anche le isole di Panarea, Vulcano e Malfa (Salina) hanno deciso di aderire alla campagna di Marevivo#EmergenSea: Ognuno di noi può fare qualcosa per difendere il mare”, iniziativa ispirata alla battaglia per la tutela dell’ambiente e alla riduzione dell’impatto ambientale della plastica sui nostri mari.

L’iniziativa rimarca l’impegno delle amministrazioni dell’arcipelago delle Eolie, impegno iniziato con il coinvolgimento di Salina all’interno del progetto europeo “Clean Energy for UE Islands“.

La realizzazione del progetto EmergenSea è stato possibile grazie all’impegno delle Fondazioni AEOLIAN ISLANDS PRESERVATION FUNDBLUE MARINE FOUNDATION e della CARONTE & TOURIST, nonché alla collaborazione dei Comuni di Lipari, di Malfa, dell’Istituto comprensivo Lipari1 e degli esercizi commerciali che hanno dato la disponibilità ad ospitare i compattatori. I cittadini delle isole coinvolte nel progetto potranno recarsi nei punti vendita indicati e conferire le loro bottiglie di plastica.

La presidentessa dell’associazione Marevivo, Rosalba Giugni, a margine della presentazione del progetto, ha dichiarato: «Questa campagna assume per noi un significato speciale non solo perché coniuga un’attività di sensibilizzazione con un’azione di contrasto concreto all’inquinamento, ma anche perché parte in un momento che vede queste isole meravigliose attraversate da un grande fermento e da una straordinaria voglia di cambiamento del quale non possiamo che essere felici di far parte».

compattatore plastica eolieAnche l’armatore di Caronte & Tourist, Lorenzo Matacena, ribadisce l’importanza della tutela dell’ambiente : «Con il sostegno a #EmergenSea continua l’impegno green del Gruppo Caronte & Tourist, già sostanziato nell’ingresso in servizio della Elio sullo Stretto di Messina e nella campagna “plastic free” a bordo della nostra flotta che entro i prossimi cinque anni si  avvarrà di almeno altre tre navi alimentate a LNG».

Il Chairman dell’Aeolian Islands Preservation Fund, Luca Del Bono, ha dichiarato: «Siamo felici di aver supportato l’istallazione del compattatore a Lipari e del riscontro positivo. Per questo continuiamo a supportare l’iniziativa garantendo la diffusione nelle altre isole. Un ringraziamento va ad Alice Ranucci e ad Alba Faggionato che hanno organizzato un fundraising a Panarea, permettendoci di supportare parte del progetto. Ringrazio inoltre la Caronte & Tourist per aver creduto nell’iniziativa».

Soddisfatte le amministrazioni comunali delle isole coinvolte nel progetto. Marco Giorgianni, Sindaco di Lipari, ci tiene a ringraziare tutti i soggetti coinvolti nel progetto e in particolare l’associazione Marevivo: «Desidero ringraziare l’Associazione Marevivo per questa e per tutte le numerose iniziative di educazione ambientale che svolge sul nostro territorio».

 

IL VIDEO:

 

LEGGI ANCHE:

Lo Stretto di Messina è una discarica: scoperta shock del robot subacqueo | FOTO

© Riproduzione Riservata
Tag:
Wanted
di Ludovico Gippetto

L’archeologia del “Do not cross” come tutela

Rubare nei siti archeologici è gravissimo. Un argomento molto caro all’archeologo Sebastiano Tusa, fermo sostenitore del principio del "Do not cross". Dove gli oggetti antichi vanno guardati ma non decontestualizzati rispetto all’ambiente di provenienza.
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Magistratura e politica

Dal blog "Segreti e non misteri", Alberto Di Pisa riflette sul difficile rapporto fra magistratura e politica, in uno sistema di diritto come quello italiano.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.