"Marijuana terapeutica": le associazioni manifestano davanti a Palazzo d'Orleans :ilSicilia.it
Palermo

Tante le personalità ad avere aderito

“Marijuana terapeutica”: le associazioni manifestano davanti a Palazzo d’Orleans

di
21 Aprile 2018

Si è svolto questa mattina alle 10,30, davanti a Palazzo d’Orleans, il sit-in promosso dal comitato “Esistono i diritti” sul problema della marijuana terapeutica.

Tra gli altri, hanno partecipato, Rossana Tessitore, Fabrizio Ferrandelli, Gaetano D’Amico, Zelda Raciti e Giuseppe Brancatelli, firmatari della lettera inviata oltre un mese fa al presidente della Regione Nello Musumeci.

Alla manifestazione ha aderito anche tra gli altri l’associazione Antigone con la presenza di Pino Apprendi.

Noi donne ed uomini diversi per storia cultura ed orientamento politico, siamo uniti nel chiedere che la Regione Siciliana si faccia promotrice di coltivazione di marijuana terapeutica. Tanti ammalati attendono che il loro Diritto di Cura, attraverso la Cannabis ed i cannabinoidi, venga riconosciuto. Noi, quindi ci appelliamo al presidente Musumeci affinché riceva la delegazione dei promotori della lettera inviata sul tema.

Signor Presidente è necessario, è urgente” questo l’appello lanciato dai partecipanti al sit-in.

Durante il sit-in è stato reso pubblico un appello al quale hanno aderito oltre 100 personalità del mondo della politica, dello spettacolo, del giornalismo, della medicina e della avvocatura e della cultura. Fra questi, anche, il nostro direttore responsabile Alberto Samonà.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Remake e Reboot: un fenomeno in crescita

Non è certo un fenomeno nuovo, ma negli ultimi anni con l'avvento delle piattaforme streaming e il conseguente aumento della produzione di serie tv, i remake e i reboot ( in italiano rifacimento e riavvio) sono diventati molto frequenti. La differenza tra i due termini è sostanziale:

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Vota e fai votare…. ma pensa con la tua testa

Vi ricordate quando, parliamo anni 60 e 70 , durante il periodo elettorale,  passavano per i quartieri le vecchie Fiat 600 con il megafono montato nel portabagagli sul tetto e gridavano con voce decisa, vota e fai votare Pinuccio Tal dei tali, per il tuo futuro , per il futuro dei tuoi figli, per il lavoro

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Blog

di Alberto Di Pisa

Democrazia diretta e indiretta

Di recente Grillo ha dichiarato di non credere in una forma di rappresentanza parlamentare ma nella democrazia diretta citando in proposito il referendum come il massimo dell’espressione democratica.