Marina Resort, Autonomisti esortano Musumeci: "Resistere all'impugnativa di Roma" :ilSicilia.it

La dichiarazione dei deputati regionali

Marina Resort, Autonomisti esortano Musumeci: “Resistere all’impugnativa di Roma”

di
23 Aprile 2019

Il governo Musumeci deve resistere all’impugnativa della norma regionale sui Marina Resort e per la semplificazione delle procedure di concessione di breve durata o per aree di modeste dimensioni“.

A chiederlo sono Marianna Caronia, Carmelo Pullara, Giuseppe Compagnone e Daniela Ternullo che commentano così il provvedimento con cui il Consiglio dei Ministri ha dichiarato la presunta incostituzionalità di alcuni articoli della legge finanziaria regionale fra cui il 24 e il 25.

Marianna Caronia
Marianna Caronia

Non è pensabile che nel momento in cui finalmente l’Assemblea Regionale produce interventi normativi per la promozione dello sviluppo, dell’impresa e dell’occupazione, su questi provvedimenti cali la scure del Governo nazionale. Di fronte ad una situazione della nostra regione che vede una gravissima situazione di crisi, ostacolare proprio quelle leggi che guardano oltre l’emergenza e stimolano la crescita non è accettabile. Confidiamo nella scelta del Governo e dell’Assemblea di resistere contro l’impugnativa di fronte alla Corte Costituzionale – concludono i parlamentari – anche per tutelare il diritto dell’Ars ad intervenire su queste materie ed affermare un principio basilare delle nostre prerogative autonomiste“.

 

© Riproduzione Riservata
Tag:

‘La caduta, eventi e protagonisti in Sicilia: 1972-1994’: l’analisi di Calogero Pumilia

Calogero Pumilia, per oltre vent’anni deputato democristiano, nel suo “La Caduta. Eventi e protagonisti in Sicilia 1972-1994“, in libreria in questi giorni, ci offre un contributo in questo senso regalandoci una lettura dal di dentro che consente di farci scoprire come molte leggende metropolitane, spacciate per verità storica, debbano essere riviste.
Blog
di Giovanna Di Marco

Lidliota. E non è un romanzo

Ora mi chiedo come ci siamo ridotti se davvero su internet vanno a ruba le scarpe vendute alla Lidl a prezzi esorbitanti, perché pare che
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Giotto e i Messicani

Non chiedetevi “cosa potete fare per il vostro paese” ma solamente “A cu appartieni?”. Lo scoglio insulare dove si infrange quello che potrebbe essere il nostro "sogno americano".
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin