Mascherine e assembramenti: multe e carcere fino a tre mesi per chi viola l'ordinanza :ilSicilia.it

L'articolo del codice penale

Mascherine e assembramenti: multe e carcere fino a tre mesi per chi viola l’ordinanza

di
30 Settembre 2020

L’ordinanza firmata dal Presidente della Regione siciliana Nello Musumeci per evitare la diffusione del coronavirus è entrata in vigore. Tante le mascherine che si sono viste in giro nelle città e nei comuni dell’Isola, in particolare nei luoghi in cui erano presenti molte persone.

L’ordinanza prevede l’obbligodi ogni cittadino, al di sopra dei 6 anni, di tenere sempre la mascherina nella propria disponibilità, quando si è fuori casa. Nei luoghi aperti al pubblico la mascherina deve essere indossata se si è nel contesto di presenze di più soggetti. Si è dispensati solo quando ci si trova tra congiunti o conviventi“, oltre a misure per i tamponi rapidi per chi proviene dall’estero, misure di prevenzione sul personale sanitario e sui pazienti fragili e divieti di assembramento.

Fino a qui le disposizioni. Ma cosa rischia chi viola l’ordinanza firmata dal governatore?

Facendo riferimento al documento, per quel che riguarda le sanzioni si legge: “La mancata osservanza degli obblighi di cui alla presente ordinanza comporta le conseguenze sanzionatorie previste dall’art. 650 del Codice penale se il fatto non costituisce reato più grave“. E andando a ripescare l’articolo del codice, andiamo a vedere che le sanzioni previste sono “l’arresto fino a tre mesi o (…) l’ammenda fino a euro 206“.

Insomma, attenzione a non indossare la mascherina quando serve…

© Riproduzione Riservata
Tag:
L'angolo della dietista
di Marina Sutera

La parola ‘dieta’

Dieta è un termine di origine greca che vuol dire appunto “stile di vita” intesa come abitudini alimentari corrette supportate da un’adeguata attività fisica
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Scandali in Vaticano

E’ di questi giorni lo scandalo che ha coinvolto il Vaticano e ha portato alla decisione di Papa Francesco di far dimettere il cardinale Angelo Becciu, diplomatico di carriera, dalla guida della Congregazione dei Santi e dalle funzioni di cardinale.
Come se fosse Antani
di Giovanna Di Marco

Docenti indecenti

Noi docenti siamo dei ladri: abbiamo tre mesi di vacanza in estate, rubiamo lo stipendio anche durante le vacanze di Natale e di Pasqua, per
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.