Mascherine e assembramenti: multe e carcere fino a tre mesi per chi viola l'ordinanza :ilSicilia.it

L'articolo del codice penale

Mascherine e assembramenti: multe e carcere fino a tre mesi per chi viola l’ordinanza

di
30 Settembre 2020

L’ordinanza firmata dal Presidente della Regione siciliana Nello Musumeci per evitare la diffusione del coronavirus è entrata in vigore. Tante le mascherine che si sono viste in giro nelle città e nei comuni dell’Isola, in particolare nei luoghi in cui erano presenti molte persone.

L’ordinanza prevede l’obbligodi ogni cittadino, al di sopra dei 6 anni, di tenere sempre la mascherina nella propria disponibilità, quando si è fuori casa. Nei luoghi aperti al pubblico la mascherina deve essere indossata se si è nel contesto di presenze di più soggetti. Si è dispensati solo quando ci si trova tra congiunti o conviventi“, oltre a misure per i tamponi rapidi per chi proviene dall’estero, misure di prevenzione sul personale sanitario e sui pazienti fragili e divieti di assembramento.

Fino a qui le disposizioni. Ma cosa rischia chi viola l’ordinanza firmata dal governatore?

Facendo riferimento al documento, per quel che riguarda le sanzioni si legge: “La mancata osservanza degli obblighi di cui alla presente ordinanza comporta le conseguenze sanzionatorie previste dall’art. 650 del Codice penale se il fatto non costituisce reato più grave“. E andando a ripescare l’articolo del codice, andiamo a vedere che le sanzioni previste sono “l’arresto fino a tre mesi o (…) l’ammenda fino a euro 206“.

Insomma, attenzione a non indossare la mascherina quando serve…

© Riproduzione Riservata
Tag:

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Una estate ricca di novità

L'estate è da sempre una stagione in cui i palinsesti delle tv in chiaro sono pieni di repliche di film e programmi tv. Film come Lo squalo, Pretty woman e la saga della Principessa Sissi sono delle presenze quasi costanti nelle programmazioni estive di molte tv

Blog

di Renzo Botindari

Election Day! Che bella parola

Nessuno mette in discussione che la nostra classe politica sappia fare dialettica e litigare a difesa delle proprie posizioni, o sappia addirittura demonizzare l’avversario, ma alla fine della elezioni chi uscirà vincitore dovrà governare

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

Primarie: un pasticcio alla siciliana

Nelle settimane scorse mentre dirigenti del PD siciliano si sbracciavano per spingere i propri iscritti e simpatizzanti a partecipare alle primarie e sostenere con il voto Caterina Chinnici, la candidata del partito, a Roma si consumava l’esperienza del governo Draghi.

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Vota e fai votare…. ma pensa con la tua testa

Vi ricordate quando, parliamo anni 60 e 70 , durante il periodo elettorale,  passavano per i quartieri le vecchie Fiat 600 con il megafono montato nel portabagagli sul tetto e gridavano con voce decisa, vota e fai votare Pinuccio Tal dei tali, per il tuo futuro , per il futuro dei tuoi figli, per il lavoro