Matteo Messina Denaro: respinta richiesta di nullità del decreto di latitanza :ilSicilia.it
Caltanissetta

Processo stragi

Matteo Messina Denaro: respinta richiesta di nullità del decreto di latitanza

di
6 Luglio 2022

La Corte d’Assise d’appello di Caltanissetta, presieduta da Maria Carmela Giannazzo, ha respinto la richiesta dell’avvocato d’ufficio di Matteo Messina Denaro, il legale Salvatore Baglio, di emettere la nullità del decreto di latitanza e di conseguenza anche quella del decreto di citazione in giudizio in appello.

Per la Corte, che ha sciolto la riserva nel corso dell’udienza di oggi del processo a carico del super latitante – accusato di essere uno dei mandanti delle stragi di Capaci e via D’Amelio – la richiesta è infondata. Nel corso dell’udienza di oggi è stata ammessa invece la registrazione delle udienze da parte di Radio Radicale, cui si era opposta la difesa, perché, come specificato dal presidente della Corte si tratta di un servizio che svolge una funzione sociale fondamentale di conoscenza del processo.

Al termine dell’udienza, il sostituto procuratore generale Massimo Trifirò ha depositato i cd con sette sentenze, più una cartacea, sui processi Borsellino e Capaci. La Corte ha rinviato il processo al 12 settembre alle 15.30 per calendarizzare la discussione. In primo grado Matteo Messina Denaro è stato condannato all’ergastolo.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Una estate ricca di novità

L'estate è da sempre una stagione in cui i palinsesti delle tv in chiaro sono pieni di repliche di film e programmi tv. Film come Lo squalo, Pretty woman e la saga della Principessa Sissi sono delle presenze quasi costanti nelle programmazioni estive di molte tv

Blog

di Renzo Botindari

Election Day! Che bella parola

Nessuno mette in discussione che la nostra classe politica sappia fare dialettica e litigare a difesa delle proprie posizioni, o sappia addirittura demonizzare l’avversario, ma alla fine della elezioni chi uscirà vincitore dovrà governare

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

Primarie: un pasticcio alla siciliana

Nelle settimane scorse mentre dirigenti del PD siciliano si sbracciavano per spingere i propri iscritti e simpatizzanti a partecipare alle primarie e sostenere con il voto Caterina Chinnici, la candidata del partito, a Roma si consumava l’esperienza del governo Draghi.

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Vota e fai votare…. ma pensa con la tua testa

Vi ricordate quando, parliamo anni 60 e 70 , durante il periodo elettorale,  passavano per i quartieri le vecchie Fiat 600 con il megafono montato nel portabagagli sul tetto e gridavano con voce decisa, vota e fai votare Pinuccio Tal dei tali, per il tuo futuro , per il futuro dei tuoi figli, per il lavoro