Maxi blitz a Monreale: sequestrate 2.900 piante di canapa, avrebbero fruttato 5 milioni di euro | VIDEO :ilSicilia.it
Palermo

l'operazione della Finanza di Palermo

Maxi blitz a Monreale: sequestrate 2.900 piante di canapa, avrebbero fruttato 5 milioni di euro | VIDEO

di
18 Settembre 2020

GUARDA IL VIDEO IN ALTO

La Guardia di Finanza ha sequestrato a Monreale (Palermo), in un terreno di circa due ettari, 2.900 piante di canapa indiana dalle quali si sarebbero potute ricavare mille chili di marijuana che sul mercato avrebbe fruttato per la criminalità 5 milioni di euro.

L’operazione è stata eseguita dal comando provinciale di Palermo, in sinergia con il Reparto operativo aeronavale del Capoluogo siciliano e i finanzieri del Gico.

L’attività di indagine è stata effettuata con l’ausilio di personale della Polizia scientifica e del Corpo forestale della Regione Siciliana.

Il proprietario del terreno è stato segnalato all’Autorità Giudiziaria. Sono in corso ulteriori accertamenti per verificare l’esistenza di altri soggetti compiacenti.

 

 

© Riproduzione Riservata
Tag:
L'angolo della dietista
di Marina Sutera

La parola ‘dieta’

Dieta è un termine di origine greca che vuol dire appunto “stile di vita” intesa come abitudini alimentari corrette supportate da un’adeguata attività fisica
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Scandali in Vaticano

E’ di questi giorni lo scandalo che ha coinvolto il Vaticano e ha portato alla decisione di Papa Francesco di far dimettere il cardinale Angelo Becciu, diplomatico di carriera, dalla guida della Congregazione dei Santi e dalle funzioni di cardinale.
Come se fosse Antani
di Giovanna Di Marco

Docenti indecenti

Noi docenti siamo dei ladri: abbiamo tre mesi di vacanza in estate, rubiamo lo stipendio anche durante le vacanze di Natale e di Pasqua, per
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.