Maxi truffe a istituti religiosi: base a Siracusa, 77 gli indagati :ilSicilia.it
Siracusa

proseguono le indagini

Maxi truffe a istituti religiosi: base a Siracusa, 77 gli indagati

di
23 Settembre 2021

Dal 5 settembre 2014 al 5 febbraio 2019 un gruppo ben organizzato con base a Siracusa e ramificazioni in tutta Italia avrebbe organizzato 148 truffe ai danni di istituti religiosi.

I Carabinieri, nell’ambito di un’indagine coordinata dal procuratore aggiunto Fabio Scavone e dal sostituto Salvatore Grillo, hanno sottoposto all’obbligo di dimora sette persone (4 residenti nel Siracusano e 3 nel Torinese) per associazione per delinquere finalizzata alla commissione di truffe in danno di istituti religiosi e case di riposo. Sono in corso le ricerche di un altro destinatario della misura.

Come ricostruito dagli investigatori gli istituti religiosi, molti dei quali ricomprendenti scuole paritarie o case di cura convenzionate, venivano contattati da soggetti che dichiaravano di essere impiegati regionali, provinciali o comunali, direttori e impiegati di banca o di uffici postali e preannunciavano lo stanziamento di somme di denaro, nell’ordine di qualche decina di migliaia di euro, a titolo di contributo per le attività scolastiche svolte, rimborsi di vario genere, donazioni di benefattori contributi pensionistici. Gli indagati riferivano che l’Ente erogatore aveva erroneamente stanziato una somma maggiore rispetto a quella spettante, motivo per il quale veniva chiesta l’immediata restituzione delle somme eccedenti (in genere da mille a 3mila euro). Le vittime restituivano le somme tramite vaglia postali veloci o mediante ricariche postepay intestati a complici. Oltre agli 8 indagati sono state denunciate 69 persone, che dietro compenso (dai 200 ai 400 euro), procuravano carte ricaricabili, schede telefoniche per contattare le vittime e notizie utili per guadagnarne la fiducia.

Nel corso dell’attività è stato disposto anche il sequestro di 21 conti correnti riconducibili agli indagati. Durante le perquisizioni sono state sequestrate 10 carte di credito/debito, ulteriori 8 carte “vergini” per la clonazione provviste di microchip e 16 mila euro in contanti.
Tre dei soggetti coinvolti nell’operazione sono risultati percettori di reddito di cittadinanza: per loro è stata proposta la revoca del beneficio.

 

© Riproduzione Riservata
Tag:

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Squid game: il gioco dell’anno

C'è una serie tv di cui in questi giorni tutti parlano in decine di rubriche, articoli e servizi televisivi: mi riferisco a "Squid Game". Qualcuno ha accostato questa serie all'altro exploit Netflix, la Casa di carta, sia perché entrambe sono diventate un successo mondiale in pochissimo tempo con il solo passaparola
Banner Telegram

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Covid 19… per un nemico in più

Era il 1982, Riccardo Cocciante pubblicava il suo album ”Cocciante” e la canzone di successo fu “Per un amico in più”. In questa canzone il grande Riccardo ci descrive cosa non si fa per un amico in più.

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Classe dominante estrattiva

Nel mio ultimo saggio intitolato il lupo e l’agnello, pubblicato da Rubbettino, nelle librerie dal 1 luglio, tra i motivi del mancato sviluppo del Sud metto in evidenza quello della presenza di una classe dominante estrattiva

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin