Mazara del Vallo, armi e reperti archeologici in casa: un arresto :ilSicilia.it
Trapani

in manette un settantenne

Mazara del Vallo, armi e reperti archeologici in casa: un arresto

7 Luglio 2018

I carabinieri hanno arrestato Gianni Francesco Scimemi, 70 anni di Salemi. In casa dell’uomo i militari dell’Arma oltre ad una pistola a tamburo con matricola abrasa completa del relativo munizionamento, hanno rinvenuto numerosi oggetti di notevole interesse storico, illegalmente detenuti.

I reperti archeologici rinvenuti
I reperti archeologici rinvenuti

I ritrovamenti erano abilmente nascosti a testimonianza del fatto che Scimemi era pienamente consapevole di non poterli tenere in casa senza denunciarli. Presumibilmente li aveva occultati in attesa che fossero immessi sul mercato illegale dei reperti archeologici.

I militari dell’Arma hanno infatti recuperato un’anfora antica, venticinque frammenti di terracotta che, in orgine, facevano parte di corpi più grandi, forse delle statue antiche.

Inoltre, sono stati scoperti anche altri elementi in terracotta di provenienza sconosciuta e, quasi sicuramente, risalenti a vari periodi storici.

Si ritiene che alcuni reperti risalgano addirittura al III millennio A.C..Dopo la convalida dell’arresto il settantenne salemitano è stato sottoposto all’obbligo di dimora.

Tag:
Cultura
di Renzo Botindari

Musica e Qualità di Vita

Oggi questa città ha più teatri “aperti”, ma nessuno di questi è dotato di una agibilità definitiva per il pubblico spettacolo, nell’attesa di lavori che comportano serie risorse dedicate e destinate alla loro messa in sicurezza. La musica, gli spettacoli meritano e necessitano di spazi propri sia per apprezzarne in pieno la qualità, sia per garantire quella trascurata dalle nostre parti “qualità di vita”, diritto di tutti.