Mazara del Vallo, "impiegati comunali mandati al cinema nelle ore di lavoro" :ilSicilia.it
Trapani

LA DENUNCIA DEL CONSIGLIERE LEGHISTA GIORGIO RANDAZZO

Mazara del Vallo, “impiegati comunali mandati al cinema nelle ore di lavoro”

di

di

2 Dicembre 2019

Il comune di Mazara del Vallo previene la corruzione nella pubblica amministrazione mandando i propri dipendenti al cinema.

A denunciare il fatto è il consigliere comunale della Lega, Giorgio Randazzo, il quale aggiunge: “Si, a Mazara del Vallo si previene la corruzione e la trasparenza nella pubblica amministrazione attraverso la visione di un cartone animato e un film”.

Giorgio Randazzo, Lega

“Tutto a carico dei cittadini in quanto i corsi di formazione hanno un costo e un ritorno economico per il dirigente che li dirige. A breve interrogazione“.

L’amministrazione comunale ha infatti spedito i propri dipendenti a visionare “I pinguini di Madagascar” e il film “Invictus“, nell’ambito del progetto “CINElegalFORUM 2a Edizione“.

Un’iniziativa che è stata presentata dall’amministrazione di Mazara del Vallo come un mezzo per utilizzare il cinema come strumento di formazione e per fortificare il gioco di squadra.

Ai dipendenti è stato proposto anche un sondaggio, riportante una decina di domande ed una checklist in cui esprimere la relativa valutazione del servizio.

Fra queste, meritano sicuramente una menzione “La location dell’attività è stato confortevole?“, oppure “Al termine della proiezione del film avrebbe gradito svolgere un dibattito?“. Tutti quesiti pertinenti con il tema della corruzione e della trasparenza nella pubblica amministrazione. Il tutto, ovviamente, a spese dei contribuenti.

 

© Riproduzione Riservata
Tag:
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Cosa succederà dopo Orlando?

Un articolo di Maurizio Zoppi per IlSicilia.it ha sollevato un problema molto importante per la città di Palermo. Chi sarà il successore di Orlando e, soprattutto, che succederà dopo Orlando?
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Mafia e antimafia

Dovendo parlare di mafia ed antimafia non si può non andare con la mente al 10 gennaio 1987 allorquando Leonardo Sciascia rilasciò una intervista al Corriere della Sera parlando di professionisti dell’antimafia
Wanted
di Ludovico Gippetto

L’archeologia del “Do not cross” come tutela

Rubare nei siti archeologici è gravissimo. Un argomento molto caro all’archeologo Sebastiano Tusa, fermo sostenitore del principio del "Do not cross". Dove gli oggetti antichi vanno guardati ma non decontestualizzati rispetto all’ambiente di provenienza.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.