Medici specializzandi malpagati, in Sicilia 30 milioni di rimborsi :ilSicilia.it

Al terzo posto tra le regioni italiane

Medici specializzandi malpagati, in Sicilia 30 milioni di rimborsi

di
13 Giugno 2019

Quasi 30 milioni di euro in Sicilia riconosciuti ai medici specializzandi come rimborso per l’errato trattamento economico: a tanto ammonta la somma di denaro che è stata riconosciuta fino al 2018. I beneficiari sono dottori a cui era a stato negato il corretto trattamento economico durante il corso post laurea. Il dato è reso noto da Consulcesi, network legale leader in ambito sanitario

La Sicilia si trova al terzo posto nella classifica delle regioni italiane per ammontare dei rimborsi. Sul gradino più alto del podio delle regioni più rimborsate c’è il Lazio, con oltre 78 milioni, la Lombardia, che ha superato i 51 milioni.

Per la maggior parte si tratta di personale medico che si è specializzato tra il 1978 e il 2006. E il numero di sentenze che si pronunciano in tal senso potrebbe essere destinato ad aumentare. Grazie alle azioni collettive i medici continuano a veder riconosciuto il diritto previsto dalle direttive Ue.

La sentenza di riferimento è la 5362/16 della Corte di Appello di Roma, che ha confermato la giurisprudenza a favore dei camici bianchi che hanno presentato il ricorso. In tutta Italia il contenzioso complessivo ha visto gli ex specializzandi ottenere oltre 530 milioni di euro.

© Riproduzione Riservata
Tag:

‘La caduta, eventi e protagonisti in Sicilia: 1972-1994’: l’analisi di Calogero Pumilia

Calogero Pumilia, per oltre vent’anni deputato democristiano, nel suo “La Caduta. Eventi e protagonisti in Sicilia 1972-1994“, in libreria in questi giorni, ci offre un contributo in questo senso regalandoci una lettura dal di dentro che consente di farci scoprire come molte leggende metropolitane, spacciate per verità storica, debbano essere riviste.
Blog
di Giovanna Di Marco

Lidliota. E non è un romanzo

Ora mi chiedo come ci siamo ridotti se davvero su internet vanno a ruba le scarpe vendute alla Lidl a prezzi esorbitanti, perché pare che
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin