15 Luglio 2019 - Ultimo aggiornamento alle 18.47
Palermo

Dal 25 al 27 gennaio

Meditazione, a Palermo il laboratorio “Tantra. Lo Yoga di Vāc”: ecco come iscriversi

23 Dicembre 2018

Sono aperte le pre-iscrizioni per “Tantra. Lo Yoga di Vāc”, laboratorio esperienziale, condotto da Alberto Samonà, che si svolgerà dal 25 al 27 gennaio 2019 nei locali dell’associazione Yantra (in via Vincenzo Di Marco 45 a Palermo).

Durante il laboratorio si tenterà di riconoscere in sé un’energia che possa aprire a spazi di consapevolezza e di silenzio. Una possibilità per ascoltare se stessi e l’altro da noi, lavorando sul corpo attraverso la meditazione, il movimento e la voce, per vivere l’energia ed entrare in sintonia con un luogo interiore. Nel corso dei tre giorni, organizzati in collaborazione con l’associazione Āgama Śāstra, si lavorerà attorno ai territori del Trika, insegnamenti provenienti dalla tradizione dello Shivaismo e, attraverso la pratica dei Mantra, si agirà anche su “Vāc”, la parola, intesa come suono originario.

Per pre-iscriversi, occorre mandare entro il 9 gennaio una mail all’indirizzo albertosamona1@gmail.com, indicando nome, cognome, data di nascita e recapito telefonico. Costo 105 euro (comprensivo di tessera Arci) Posti limitati. Chi sarà pre-iscritto, potrà quindi completare l’iscrizione, versando la quota di partecipazione.

Questi gli orari: venerdì 25 gennaio: 20,30 / 23,00. Sabato 26 gennaio: 15,00 / 19,00. Domenica 27 gennaio: 9,30/13,00 e 15,00/19,00.

Un laboratorio che si fonda su antichi insegnamenti tradizionali e che muove da un lavoro sui cosiddetti chakra, i centri energetici, mediante un attività volta a sviluppare le possibilità creatrici e vivificanti di ognuno di essi. Si affronterà un viaggio condiviso all’interno della struttura dell’essere umano, proponendo un percorso che permetta all’energia di ascendere e circolare più liberamente. Alle sessioni di meditazione, si affiancheranno momenti di scambio, pensati per alternare a un esercizio personale, lo sviluppo di spazi di condivisione fra i partecipanti. Ciò consentirà anche una più completa relazione con se stessi e da questo “riconoscersi”, incominciare a sentire la Parola, Vāc.

Ci si accosterà, inoltre, a una prima conoscenza pratica degli Āgama Śāstra, insegnamenti trasmessi inizialmente in forma orale e poi messi per iscritto in epoche più recenti, che comprendono 64 tantra non-dualisti (ādvaita). I contenuti riguardano soprattutto il rito, le pratiche yogiche, le regole di vita quotidiana.

Alberto Samonà (1972), giornalista e scrittore. Ha tenuto diversi laboratori sul corpo, sull’energia e seminari di meditazione, associata alla parola verbale e a quella scritta. Ha pubblicato libri ispirati a tematiche simboliche e alla conoscenza di sé: “Le colonne dell’eterno presente” (2001), “La Tradizione del sé” (2003), “Il padrone di casa” (romanzo 2008), “Giordano Bruno nella cultura mediterranea e siciliana dal ‘600 al nostro tempo” (2009), “Bent Parodi. Tradizione e Assoluto” (2011). “È già mattina” (romanzo 2013). Ha curato i testi “Panormus, Genio oltre il visibile” (2015), “I colori di Śiva – Racconti e storie Tantra (2017). Ha scritto e diretto testi teatrali e di narrazione, legati alla conoscenza tradizionale.

Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Prendiamo consapevolezza

Un consiglio da affidare alle suppliche a Santa Rosalia: mettiamo da parte gli slogan, i “nemici da cuntintizza”, gli specchietti per le allodole, prendiamo consapevolezza per una volta che siamo nella merda. Lavoriamo per coprire il gap che ci separa dalle grandi città e un domani sarà tutto consequenziale, anche il pallone.
. Rosso & Nero .
di Alberto Samonà

“Meglio soli…” La Lega primo partito non ha nessuno nei posti di comando

In Sicilia, terra di paradossi, anche la politica non si sottrae a questa "legge di natura". Fra i tanti, quel che colpisce è che la Lega, primo partito italiano, che le europee hanno consacrato - con oltre il 20 per cento dei voti - come seconda forza politica nell'Isola dopo il M5S, non ha alcuna rappresentanza né all'Assemblea regionale siciliana e nemmeno nel governo regionale.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.