20 febbraio 2019 - Ultimo aggiornamento alle 19.47
caronte manchette sx e dx dal 28/08 a fine contratto 17/11
caronte manchette sx e dx dal 28/08 a fine contratto 17/11
Messina

Previsti scambi commerciali e culturali

Meeting internazionale Messina-Malta: firmato un accordo di partenariato

15 novembre 2018

La Città di Messina e Malta hanno firmato un’intesa strategica per provare a stringere rapporti finalizzati alla crescita sinergica dei rispettivi territori. Nel corso dei lavori del 1° meeting internazionale Messina-Malta è stato formalizzato, infatti, oggi nel Salone delle Bandiere di Palazzo Zanca il partenariato tra Messina e Malta con le firme dei sindaci, del Comune di Messina, Cateno De Luca, e del Comune di Ta’ Xbiex di Malta, Maximillian Zammit.

“Siamo fermamente convinti – ha dichiarato il sindaco De Luca – che la collaborazione, se inserita in una sana competizione, porta i territori non solo ad analizzarsi a vicenda ma anche ad individuare quelle sinergie che riescono a potenziarli attraverso un percorso di collaborazione e di crescita anche sotto il profilo istituzionale. Ci stiamo preparando alla scadenza del 25 dicembre per presentare la nostra proposta e relativamente all’odierno accordo intendo ringraziare tutti coloro che se ne sono occupati dalla documentazione alla stesura e infine alla sua sottoscrizione. Mi riferisco all’Associazione Multi Culturale Mondiale insieme a tutti i partner qualificati che sono inseriti in questo protocollo. Tutto ciò consente di effettuare quei percorsi istituzionali al fine di definire le strategie ed essere pronti entro la scadenza del bando. Il Comune di Messina ha siglato il gemellaggio con Malta, utilizzando il fondo speciale regionale Messina-Malta, che prevede numerosi finanziamenti, e Messina, come Comune capofila, promuoverà, in sinergia con l’isola di Malta, progetti che riguarderanno diversi settori quali sport, attività di mare, cultura, ambiente, etc. Ringrazio della partecipazione anche coloro che hanno aderito all’iniziativa, seguendo i lavori nel Salone delle Bandiere”.

Tante personalità di rilievo hanno preso parte al meeting a Palazzo Zanca. Erano presenti, oltre al sindaco del Comune e della Città Metropolitana di Messina, anche il presidente AMCM Associazione Multi Culturale Mondiale, Letterio Mariano Vincenzo Campolo; gli assessori, allo Sport e Politiche Giovanili, Giuseppe Scattareggia; al Commercio, Dafne Musolino; all’Istruzione, Roberto Vincenzo Trimarchi; il presidente del Consiglio comunale Claudio Cardile, il royal Yacht Club di Malta Commodore, Godwin Zammit; il sindaco del Comune di Ta’ Xbiex di Malta, Maximillian Zammit; il link School of Languages, Roger De Gaetano; il link School of English, Gillian De Gaetano; The Malta Chamber of Commerce Enterprise and Industry president Frank V. Farrugia; l’amministratore BIM Business Italia Malta Co. Ltd. La Valletta – Malta, Domenico Maria Emanuele Campolo; il presidente dell’associazione motonautica e velica di Messina, Giuseppe Vadalà Bertini, insieme al consigliere sport e vela, Fabio Parducci. A seguire lettura e firma del Partenariato Internazionale Messina Malta.

E’ stata presentata, nell’occasione, l’organizzazione della regata dei 7 partner del Partenariato Internazionale-Messina Malta ed anche i progetti di Cooperazione Internazionale, la previsione degli scambi internazionali tra gli studenti delle istituzioni scolastiche della provincia messinese e quelli maltesi a cura dei 7 partner del Partenariato Internazionale Messina Malta. In agenda anche scambi internazionali culturali a Malta da parte del presidente della Link School of Languages di Malta Roger De Gaetano, con i 108 sindaci della provincia di Messina e a tutti i dirigenti scolastici delle scuole della provincia peloritana (partner del Partenariato Internazionale Messina Malta) e numerose altre iniziative. Si prospettano scambi internazionali commerciali e aziendali a cura dell’avvocato Giacomo Orlando della BIM Commercio (partner del Partenariato Internazionale Messina Malta).

Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Non sono mai Bianche

Chi sa quante volte era ritornato su quel posto con la mente. Ci tornava costantemente rivivendo la stessa mattinata, sempre la stessa, per cercare dove quella volta aveva sbagliato. Aveva poco più che trenta anni e lavorava da sempre.
LiberiNobili
di Laura Valenti

Figlio inferiore e padre superiore

Le paturnie e i pensieri ossessivi sono alimentati dagli oggetti interiorizzati, dalla rappresentazione interna dei genitori, in questo caso, specialmente, del padre, idealizzato come uomo superiore, contro lui che è, invece, l’uomo inferiore.