15 Ottobre 2019 - Ultimo aggiornamento alle 18.58
Agrigento

Un giro di affari di circa 200.000 euro

Menfi, droga spacciata a minori: sei arresti

31 Ottobre 2017

Alle prime luci dell’alba, a Menfi (Ag), i Carabinieri della Compagnia di Sciacca (Ag) hanno eseguito sei ordinanze di custodia cautelare, in carcere e agli arresti domiciliari, emesse dal GIP Tribunale di Sciacca su richiesta della locale Procura della Repubblica, per detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti, con l’aggravante di aver destinato l’uso della droga anche a minori.

Le indagini hanno consentito di bloccare una rete di spaccio di hashish e cocaina, proveniente da Palermo e destinata ad essere smerciata nelle piazze di Menfi, Santa Margherita di Belice (Ag), Montevago (Ag) e Poggioreale (Tp).

La sostanza stupefacente veniva spesso consegnata a pusher locali che a loro volta la rivendevano ad una clientela molto giovane. L’indagine e’ stata convenzionalmente denominata “Street food” poiche’ i corrieri, residenti tra Menfi e Santa Margherita di Belice, per organizzare i viaggi necessari per approvvigionarsi dei quantitativi di droga, facevano riferimento a “cene, cibi di strada e fast food”. Il sodalizio in questione impiegava anche due giovani ragazze, sia come corrieri sia come assuntori finali delle sostanze stupefacenti. I carichi di droga, durante i viaggi da Palermo a Menfi, venivano nascosti dentro le auto utilizzate ma, in alcuni casi, anche all’interno degli indumenti intimi delle giovani.

Tra gli indagati spiccano le figure di due menfitani (uno detto papa’) e un altro (detto carciofetto), che gestivano il sodalizio mettendo a disposizione auto e telefoni cellulari per l’approvvigionamento e il trasporto della droga, organizzando con cadenza quasi giornaliera sortite nel capoluogo regionale, per effettuare l’acquisto di hashish e cocaina.

In circa tre mesi, gli indagati hanno movimentato sulle piazze di spaccio vari chili di hashish e alcuni etti di cocaina, la maggior parte destinati ai più giovani, per un giro di affari di circa 200.000 euro

Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Lavori “like”

Sono sempre affascinato dalle discussioni che nascono quando il tema riguarda la trasformazione della propria città. Molto spesso si cade nella trappola di far diventare politica tutto quanto accade attorno a noi
. Rosso & Nero .
di Alberto Samonà

Redistribuzione dei migranti? l’Ue fa ciao ciao all’Italia

L'accordo di Malta sull’immigrazione che era stato salutato con toni trionfali da tutto l'asse del governo giallorosa, dal ministro dell'Interno Lamorgese, da Giuseppe Conte e dal Pd, è carta straccia o quasi. Il Consiglio europeo dei ministri degli Interni Ue che si è riunito a Lussemburgo non l'ha ratificato.
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Cos’è la Medicina interna e perché può essere una risorsa per il Sistema sanitario nazionale

Un grande maestro il professore Giacinto Viola scriveva sul suo trattato di Medicina Interna del 1933: “in Clinica tutto è improvvisazione, caso per caso, e gli ammalati così diversi sempre, anche quando hanno la stessa malattia, sono poi così mobili nei loro sintomi e fatti obiettivi, che spesso ciò che di essi si dice alla sera non è più vero al mattino”. 
Wanted
di Ludovico Gippetto

“I vestiti nuovi” della dea di Morgantina

Il caso della famigerata dea di Morgantina, ritornata in Sicilia nel 2011 dopo una lunga trattativa con uno dei più grandi musei del pianeta: il J. Paul Getty Trust di Malibu, in California.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.