Messina, 26 milioni per l'alternanza scuola-lavoro :ilSicilia.it
Messina

L'iniziativa promossa da Unioncamere

Messina, 26 milioni per l’alternanza scuola-lavoro

di
6 Ottobre 2017

In arrivo 26 milioni di euro per l’alternanza scuola-lavoro a Messina. I fondi sono stati resi disponibili  dal progetto “Orientamento al lavoro e alle professioni”, presentato nelle scorse ore al Palazzo camerale nell’ambito dell’Alternanza Day, promosso da Unioncamere. La distribuzione delle risorse sul territorio nazionale dipenderà dall’adesione all’iniziativa degli istituti e delle aziende locali.

ivo blandina“I contributi intendono favorire la progettazione di percorsi “di qualità” e potranno coprire le spese sostenute dalle imprese che ospitano studenti in alternanza scuola/lavoro – ha spiegato il presidente della Camera di Commercio di Messina, Ivo Blandina – ad esempio, per la qualificazione dei tutor aziendali, oppure per l’adeguamento, per la sicurezza e la salute sui luoghi di lavoro o, ancora, per lo sviluppo di strumenti finalizzati alla valutazione dell’apprendimento”.

L’agevolazione sarà erogata sotto forma di contributo/voucher attraverso bandi pubblici che verranno pubblicati dalle singole Camere di commercio a livello territoriale. “L’iniziativa – ha chiarito Blandina – intende valorizzare i racconti dei progetti d’alternanza scuola/lavoro ideati, elaborati e realizzati dagli studenti e dai tutor degli Istituti scolastici italiani di secondo grado”.

Il progetto vuole creare un punto di incontro tra le scuole e le imprese, gli enti non-profit e i professionisti che partecipano ai programmi di alternanza scuola/lavoro. L’obiettivo principale è quello di dar vita a esperienze realmente formative per i ragazzi, attraverso il miglioramento delle condizioni di lavoro e di apprendimento.

Con questa finalità è stato istituito il premio “Storie d’alternanza”, iniziativa divisa in due sessioni e focalizzata sui racconti, dal punto di vista degli studenti, della loro esperienza all’interno del programma. Le due sessioni avranno come scadenza, rispettivamente,  il 27 ottobre 2017 e il 20 aprile 2018, e comportano la realizzazione di un video della durata di 3-8 minuti che parli delle attività svolte e delle competenze maturate durante il percorso lavorativo.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Blog

di Renzo Botindari

Avessimo almeno cercato un cambiamento

L’olio galleggia sull’acqua, ma poi strapazzare il contenitore, spargere in goccioline questo liquido più leggero dell’acqua, ma appena terminato lo stress le varie goccioline convergono nel centro riunificandosi e creando una unica chiazza galleggiante.

Se sei donna

di Mila Spicola

Tre donne siciliane che hanno fatto la Storia

Conosciamo in tanti la storia di Franca Viola, di Alcamo, che nel 1968, appena diciottenne, sostenuta dalla sua famiglia, rifiutò un matrimonio riparatore, diventando un simbolo della crescita civile dell'Italia nel secondo dopoguerra e dell'emancipazione delle donne italiane.

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Remake e Reboot: un fenomeno in crescita

Non è certo un fenomeno nuovo, ma negli ultimi anni con l'avvento delle piattaforme streaming e il conseguente aumento della produzione di serie tv, i remake e i reboot ( in italiano rifacimento e riavvio) sono diventati molto frequenti. La differenza tra i due termini è sostanziale:

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Vota e fai votare…. ma pensa con la tua testa

Vi ricordate quando, parliamo anni 60 e 70 , durante il periodo elettorale,  passavano per i quartieri le vecchie Fiat 600 con il megafono montato nel portabagagli sul tetto e gridavano con voce decisa, vota e fai votare Pinuccio Tal dei tali, per il tuo futuro , per il futuro dei tuoi figli, per il lavoro

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Blog

di Alberto Di Pisa

Democrazia diretta e indiretta

Di recente Grillo ha dichiarato di non credere in una forma di rappresentanza parlamentare ma nella democrazia diretta citando in proposito il referendum come il massimo dell’espressione democratica.