Messina, addio alla vergogna delle baracche. Via ai lavori del progetto Capacity :ilSicilia.it
Messina

Per risolvere l'emergenza abitativa

Messina, addio alla vergogna delle baracche. Via ai lavori del progetto Capacity

di
12 Agosto 2017

 

Baracche a Fondo Saccà (ME)

Al via i previsti lavori finalizzati alla riqualificazione di Messina. Si tratta del progetto “Capacity“, che punta al risanamento sociale e ambientale di fondo Saccà ed in particolare dovrebbe porre fine all’atavico problema delle baracche e ridare così dignità e vivibilità a diverse famiglie costrette sinora ad una condizione di vita inaccettabile.

L’iniziativa portata avanti dalla Giunta Accorinti è rientrata in un bando pubblicato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri per la riqualificazione delle periferie e dotata di un contributo di 15,5 milioni di euro. Il progetto prevede, nella fase iniziale, la sperimentazione di un processo di rigenerazione sociale e urbana nell’area già liberata dalle baracche, con la realizzazione di un parco urbano e di unità ad un solo piano, destinate a finalità sociali.

A seguire dovrebbe esserci il completamento del risanamento della zona e dovrebbe essere messa a disposizione un’abitazione degna di essere chiamata tale per 60 famiglie che ancora oggi vivono nelle baracche. Il gruppo “Capacity“, che si occupa del progetto, è composto dagli operatori delle cooperative “Ecos Med” e “Lilium” e dalle associazioni “Hic et Nunc” e “Lavoro per azione”, coordinati dall’Assessore alle Politiche Sociali, Nina Santisi.

 

La prima possibilità per le famiglie, per quanto concerne l’alloggio, sarà quella di andare ad abitare in uno degli appartamenti che saranno acquistati dal Comune, nell’ambito del progetto, per risolvere l’emergenza abitativa, con lo scorrimento delle graduatorie dell’edilizia residenziale popolare.

La seconda prevede l’istituzione di un capitale personale “di capacitazione”. Si tratta di un contributo una tantum che permetta ai beneficiari di poter autonomamente acquistare la casa.

La terza ed ultima opzione è che, invece, si potrà decidere di partecipare ad un processo di auto-costruzione salariata della propria abitazione che potrà permettere, ad una persona per famiglia dei nuclei che sceglieranno questa soluzione, di partecipare alla costruzione della propria nuova abitazione nella stessa area liberata dalle baracche. Si proverà anche a supportare i cittadini nella decisione da prendere e quindi in oggetto alla scelta del percorso abitativo.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Blog

di Renzo Botindari

La Cosa Giusta

Il mio mondo è pieno di individui che hanno preso le scorciatoie e che con la loro scarsa morale minano alla base giornalmente i nostri principi essendo esempio di una classe vincente

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

Fine del Referendum?

Il voto delle amministrative del 12 giugno, i suoi risultati, con l’esultanza dei vincitori e la delusione degli sconfitti con il carico di polemiche e di recriminazioni, ha messo in ombra fino alla sua rimozione

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Remake e Reboot: un fenomeno in crescita

Non è certo un fenomeno nuovo, ma negli ultimi anni con l'avvento delle piattaforme streaming e il conseguente aumento della produzione di serie tv, i remake e i reboot ( in italiano rifacimento e riavvio) sono diventati molto frequenti. La differenza tra i due termini è sostanziale:

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Vota e fai votare…. ma pensa con la tua testa

Vi ricordate quando, parliamo anni 60 e 70 , durante il periodo elettorale,  passavano per i quartieri le vecchie Fiat 600 con il megafono montato nel portabagagli sul tetto e gridavano con voce decisa, vota e fai votare Pinuccio Tal dei tali, per il tuo futuro , per il futuro dei tuoi figli, per il lavoro

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.