Messina, blitz del sindaco De Luca alla Galleria Vittorio Emanuele: "Gestione borderline" :ilSicilia.it
Messina

suoli non pagati

Messina, blitz del sindaco De Luca alla Galleria Vittorio Emanuele: “Gestione borderline”

di
5 Dicembre 2019

Blitz di Cateno De Luca alla Galleria Vittorio Emanuele di Messina e il sindaco denuncia “una gestione borderline” di una delle principali aree commerciali della Città dello Stretto.

“Dopo avere accertato che nessuno dei titolari delle attività che si affacciano sulla Galleria Vittorio Emanuele è in possesso della autorizzazione per l’occupazione suolo (in parte colpa anche del Comune) – afferma De Luca -, siamo andati avanti a ricostruire la situazione dei proprietari degli immobili per nominare gli Amministratori del Condominio. La Galleria è formata da 4 palazzi, e altre botteghe poste al piano seminterrato e tutti insieme costituiscono un Condominio che, secondo il Regolamento approvato alla data di costruzione, prevede la nomina di 5 Amministratori, che gestiscono gli spazi comuni in modo collegiale. Il Comune fa parte del condominio ma è anche prioritario in via esclusiva del suolo di calpestio dentro la Galleria e della volta. Per ricostituire il condominio, l’assessore Dafne Musolino ha già fatto predisporre l’avviso di convocazione di assemblea che si svolgerà verso la metà del mese di gennaio 2020 e gli avvisi verranno spediti a breve. Ma oltre il condominio, la Galleria deve tornare ad essere un luogo elegante e un punto di riferimento per i messinesi. Per raggiungere questo obiettivo non lesiniamo impegno e risorse. Oggi verrà eseguita una pulizia straordinaria del pavimento e verranno sequestrati e portati via tutti gli arredi che sono stati abbandonati all’interno. I titolari delle attività sono stati invitati a rimuovere tutti i tavoli, sedie e separè collocati all’interno della Galleria per consentire le operazioni di pulizia straordinaria”.

“Oggi- continua De Luca – verrà posizionato l’Albero di Natale che l’Amministrazione ha deciso di collocare dentro la Galleria unitamente alle luminare. Per quanto riguarda tutte le occupazioni, stiamo predisponendo delle linee guida per dettare un criterio di uniformità estetica che deve costituire il canone di eleganza e decoro al quale tutti i titolari dovranno conformarsi sia per gli allestimenti di tavole e sedie che per le insegne e gli altri elementi di arredo all’esterno. Abbiamo già convocato una conferenza con la Soprintendenza Beni Culturali, il vicesindaco Salvatore Mondello e l’assessore Musolino e tutti i dirigenti preposti ai servizi interessati per la definitiva regolamentazione di tutti gli aspetti della Galleria, per programmare le opere di manutenzione ordinaria e straordinaria, la costituzione di un Comitato di Gestione per disciplinare l’apertura e la chiusura dei cancelli. Ma prima di tutto, l’Ufficio Tributi è stato incaricato oggi stesso di verificare la regolarità della posizione di tutti gli operatori con i tributi comunali”.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Come se fosse Antani
di Giovanna Di Marco

La ddraunàra: i racconti di Silvana Grasso

È disponibile dal 16 luglio La ddraunàra, la raccolta di racconti di Silvana Grasso, a cura di Gandolfo Cascio ed edita da Marsilio che ripubblica così due opere, Nebbie di ddraunàra (Le Tartarughe 1993) e Pazza è la luna (Einaudi 2007).
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Zio Mariano era Stabile

Lui era di poche parole e ogni sua frase era una sentenza. Le persiane della sua finestra a balcone sono chiuse e sotto c’è soltanto un via vai di gente che si affanna per farsi notare.

I giannizzeri

A partire soprattutto dal 1850, il controllo del territorio in Sicilia diviene sempre più arduo per la gendarmeria borbonica. Gruppi armati dediti al malaffare, bande e banditi, nonostante l’inasprimento delle pene – il ricorso all’esecuzione diretta era prassi ordinaria - percorrevano senza molti contrasti le campagne siciliane e rendevano difficile garantire la sicurezza.
. Rosso & Nero .
di Elio Sanfilippo

Palermo fa acqua da tutte le parti, Orlando cambi tutto o si dimetta

I cittadini sono sommersi dall'immondizia, intere zone trasformate in discariche, lavori stradali che non finiscono mai, servizi pubblici che non funzionano, fino allo scandalo dei cimiteri dove non si capisce perché non si sono avviate le procedure per la costruzione del nuovo cimitero previsto dal piano regolatore.
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Mafia e antimafia

Dovendo parlare di mafia ed antimafia non si può non andare con la mente al 10 gennaio 1987 allorquando Leonardo Sciascia rilasciò una intervista al Corriere della Sera parlando di professionisti dell’antimafia
Wanted
di Ludovico Gippetto

L’archeologia del “Do not cross” come tutela

Rubare nei siti archeologici è gravissimo. Un argomento molto caro all’archeologo Sebastiano Tusa, fermo sostenitore del principio del "Do not cross". Dove gli oggetti antichi vanno guardati ma non decontestualizzati rispetto all’ambiente di provenienza.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.