16 Settembre 2019 - Ultimo aggiornamento alle 19.39
Messina

il sindaco è un fiume in piena

Messina, comizio di De Luca davanti alla gente che gli chiede “Vai avanti” | VIDEO

1 Ottobre 2018

Frena sulle dimissioni, chiede ai cittadini che lo ascoltano se deve lasciare l’8 ottobre come annunciato ricevendo un ”vai avanti” e dopo tre ore e mezza di comizio davanti a qualche migliaio di persone (almeno duemila oltre ai 1600 collegati alla diretta Fb) il sindaco di Messina Cateno De Luca passa la palla al consiglio comunale.

”Il 6 ottobre – dice – faremo un consiglio comunale sulla relazione di inizio mandato del sindaco guardandoci in faccia e lì documenti alla mano voglio essere smentito. Poi l’altro sabato, il 13, possiamo affrontare il salva Messina. Spacchettiamo la mia richiesta in due sabati”.

De Luca è un fiume in piena ha spiegato cosa non va, secondo lui a Messina, dalla gestione dell’Atm (l’azienda trasporti), alla burocrazia comunale, dagli impiegati che non si capisce cosa facciano ai vigili urbani che hanno radio ormai vetuste.

Poi ha attaccato il suo predecessore Renato Accorinti ha spiegato che vuole un consiglio comunale che rispetti tempi imposti dalla giunta, il tutto condito da battute e scenette comiche col suo solito linguaggio colorito e teatrale.

Il sindaco ha ripercorso la discesa a Messina dell’ex direttore dell’Atm, Giovani Foti, e ha ribattuto alle accuse dei sindacati dicendo: ‘‘Noi non ci spaventiamo della mafia ma neanche degli antimafiosi”.

Guarda il video in basso:

 

Leggi anche:

Messina, terremoto a Palazzo Zanca: Cateno De Luca si dimette da sindaco

De Luca: “Sfascio economico e sociale a Messina. Dimissioni non sono irrevocabili”

Tag:
LiberiNobili
di Laura Valenti

I passi di gambero e la regressione nei bambini

La probabilità di ricorrere a meccanismi di difesa regressivi è alta se alla particolare vulnerabilità emotiva del bambino si aggiungono atteggiamenti genitoriali di iperprotezione e di paura fino ad arrivare al baby-talking, per cui il bambino tende a ritirarsi sempre più dal rapporto con l'esterno.
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Al vincitore i giri

Non ho mai creduto e accettato i regolamenti che davano tutto il potere ad una sola persona, neanche quando da bambino giocando per strada davamo tutta questa importanza a chi portava il pallone, dando lui la possibilità di decidere chi giocava e in quale delle due squadre
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Cos’è la Medicina interna e perché può essere una risorsa per il Sistema sanitario nazionale

Un grande maestro il professore Giacinto Viola scriveva sul suo trattato di Medicina Interna del 1933: “in Clinica tutto è improvvisazione, caso per caso, e gli ammalati così diversi sempre, anche quando hanno la stessa malattia, sono poi così mobili nei loro sintomi e fatti obiettivi, che spesso ciò che di essi si dice alla sera non è più vero al mattino”. 
Wanted
di Ludovico Gippetto

“I vestiti nuovi” della dea di Morgantina

Il caso della famigerata dea di Morgantina, ritornata in Sicilia nel 2011 dopo una lunga trattativa con uno dei più grandi musei del pianeta: il J. Paul Getty Trust di Malibu, in California.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.