Messina, De Domenico annuncia gli assessori: 4 politici e 3 tecnici. I NOMI :ilSicilia.it
Messina

verso le elezioni

Messina, De Domenico annuncia gli assessori: 4 politici e 3 tecnici. I NOMI

di
17 Maggio 2022

A poche ore dalla scadenza dei termini per la presentazione delle liste il candidato sindaco del centrosinistra, in ritardo rispetto agli altri sulla nomina della squadra, annuncia gli assessori designati. La vicesindaca è stata annunciata ieri, Valentina Zafarana, deputata Ars del M5S. Oggi è la volta degli altri sei che sono tre politici (due Pd ed una seconda pentastellata) e tre tecnici.

Annunciamo oggi una prima parte della squadra e, in linea con gli impegni che avevamo assunto, abbiamo scelto tecnici con un forte spessore civico, adeguati al programma, alle emergenze che abbiamo riscontrato in queste settimane a contatto con la cittadinanza, alle aspettative emerse- dichiara De Domenico-Inoltre, abbiamo puntato su profili politici di esperienza, che conoscono le dinamiche di Palazzo Zanca e, in questi anni, hanno vissuto in prima linea le vicende amministrative. Ringrazio tutte le forze di coalizione per il contributo offerto e sono convinto che le scelte fatte qualificheranno ulteriormente la nostra proposta”. 

Ecco l’elenco:

Valentina Zafarana nominata ieri e vicesindaco designato.

Si aggiungono:
Felice Calabrò (consigliere comunale Pd)
Antonella Russo (consigliera comunale Pd)
Cristina Cannistrá (consigliera comunale M5S)
(Politici)
——
Giovanni Randazzo –  docente Dipartimento MIFT Università degli Studi di Messina
Christian Bisceglia – regista, sceneggiatore e produttore cinematografico
Alessandra Minniti – dirigente scolastica IC Ugo Foscolo
(Tecnici/civici).

LA GIUNTA DI DE DOMENICO

Valentina Zafarana, classe 1980, insegnante e deputata regionale per due legislature, attivista sin dagli albori del M5s, è sposata con Francesco e mamma del piccolo Riccardo, con cui ama fare lunghe passeggiate in riva al mare. Innamoratissima della sua terra, dopo varie esperienze lavorative e umane al di là dello Stretto, ha deciso di tornare in Sicilia e lottare per il futuro di Messina. “Opportunità” la sua parola d’ordine. “Spendersi al massimo” la sua filosofia di vita.

 

Christian Bisceglia– Cinquantaquattro anni, regista, autore, producer. È sposato con Paola Astone e con lei condivide una famiglia allargata. Si è laureato in Giurisprudenza a Messina e ha un forte legame con la città, che rappresenta una costante fonte di ispirazione per il suo lavoro. Ama e pratica lo sport (pesistica e sport da contatto), con Paola ha adottato quattro cani che hanno allargato il numero dei componenti della famiglia. Ritiene che Messina abbia un grande patrimonio artistico e culturale da valorizzare e da integrare nel nuovo sviluppo della città e, soprattutto, possiede una comunità di artisti di cui andare fieri e con i quali bisogna fare rete. E’ da sempre tifoso del Messina

 

Alessandra Minniti Cinquantaseette anni, dal 2020 è dirigente scolastica dell’Istituto Comprensivo ‘Battisti – Foscolo’. Laureata in Filosofia all’Università di Messina, insegna dal 1989. Nel 2007 ha conseguito il Dottorato di ricerca internazionale in Storia delle istituzioni politiche e giuridiche europee nell’Ateneo peloritano. Esperta del sindaco a titolo gratuito dal 2013 al 2018, per l’Assessorato alla Cultura Alessandra Minniti si è occupata di progetti promossi dal Comune di Messina per le scuole, di regolamenti (consulta scolastica) e di Patti territoriali. Attualmente è iscritta a Europa Verde, alla Flc Cgil e fa parte del direttivo provinciale Anpi. Sposata, mamma di una figlia di 27 anni, una passione decennale per la musica jazz, ama viaggiare, i libri, gli animali, si definisce una gattara, ha un brevetto da velista ed è allieva di tromba al conservatorio ‘Corelli’. Ha rielaborato e fatta sua una frase: “Il mondo bisogna farlo”, letta su un quadro di arte contemporanea esposto al Guggenheim Museum.

Antonella Russo Cinquantadue anni, avvocato. Si occupa di diritto civile, penale, del lavoro e di famiglia. Nel 1998 inizia il suo impegno politico come consigliere alla VI Circoscrizione. Nel 2013 è eletta al Consiglio comunale di Messina e riconfermata nell’ultima legislatura. Dal 2021 ricopre l’incarico di presidente dell’assemblea cittadina del Partito democratico. Separata, mamma di Alessia, è molto attiva nel sociale. Sin da ragazza ha giocato a tennis e tennistavolo, sport che continua a praticare, insieme al nuoto. Ama la musica rock, il cinema, il teatro e i libri. Il re in famiglia è Ciro: il suo cocker spaniel. “È necessario cogliere negli altri solo quello che di positivo sanno darci – cita una frase Nilde Iotti – e non combattere ciò che è diverso, che è ‘altro da noi’. “Un pensiero che ho preso sempre a modello per la mia vita e nell’impegno civile”, osserva Antonella Russo

Cristina Cannistrà 48 anni, madre di due figli, Dario e Manuela. Consigliere comunale e capogruppo uscente del MoVimento 5 Stelle. Di professione assistente sociale. Si occupa di sempre di volontariato, servizi sociali e terzo settore. Milita nel M5S da dieci anni. Quarantotto Ama la lettura, cucina molto bene e condivide il tempo libero con la famiglia e gli amici. Quando può non perde l’occasione di andare a teatro e una volta ha anche preso parte a uno spettacolo con un progetto di inclusione sociale.

 

 

Felice calabrò Quarantanove anni, avvocato, sposato con Mariella. Tre figli: Claudio, Davide, Stefano. Tra i fondatori del Partito democratico a Messina, è consigliere comunale uscente; componente dell’Assemblea nazionale del Pd e della Direzione regionale del partito.Candidato sindaco a Messina alle Amministrative del 2013, oltre la politica è un amante della montagna e del trekking: “Le lunghe camminate -dice – facilitano la riflessione”. Apprezza la buona cucina e cucinare per i suoi amici.

 

Giovanni Randazzo, Nanni per tutti è docente di geologia ambientale e di Cartografia e Dinamica dei Litorali all’Università di Messina. Ha coordinato per dieci anni il Corso di Laurea in Geologia. Da sempre si occupa di problematiche ambientali, soprattutto connesse alla gestione del litorale. È stato consulente del Prefetto nell’emergenza rifiuti nei primi anni del 2000 e attualmente segue per l’Autorità di Sistema dell’Area Portuale la caratterizzazione della Zona Falcata.Ha gestito diversi progetti europei e per conto della Regione Siciliana ha redatto il Piano regionale contro l’erosione costiera. Attualmente sta lavorando al Piano Territoriale Regionale. Palermitano di nascita, Nanni Randazzo è cresciuto a Ragusa dove ha giocato a basket. Ha studiato all’Università di Catania e ha fatto il dottorato di ricerca tra Messina e Washington DC (‘Smithsonian Institution’). Divorziato, ha tre figli. Ha ricostituito una famiglia a Messina dove ormai vive da più di venticinque anni e nel tempo libero, fa sport, con moderazione, legge e guarda il mare: “Guardo il mare – dice – che, come la vita, cambia continuamente, ponendoci davanti a nuove prospettive da affrontare con spirito resiliente.

 

 

© Riproduzione Riservata
Tag:

Blog

di Renzo Botindari

La Cosa Giusta

Il mio mondo è pieno di individui che hanno preso le scorciatoie e che con la loro scarsa morale minano alla base giornalmente i nostri principi essendo esempio di una classe vincente

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

Fine del Referendum?

Il voto delle amministrative del 12 giugno, i suoi risultati, con l’esultanza dei vincitori e la delusione degli sconfitti con il carico di polemiche e di recriminazioni, ha messo in ombra fino alla sua rimozione

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Remake e Reboot: un fenomeno in crescita

Non è certo un fenomeno nuovo, ma negli ultimi anni con l'avvento delle piattaforme streaming e il conseguente aumento della produzione di serie tv, i remake e i reboot ( in italiano rifacimento e riavvio) sono diventati molto frequenti. La differenza tra i due termini è sostanziale:

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Vota e fai votare…. ma pensa con la tua testa

Vi ricordate quando, parliamo anni 60 e 70 , durante il periodo elettorale,  passavano per i quartieri le vecchie Fiat 600 con il megafono montato nel portabagagli sul tetto e gridavano con voce decisa, vota e fai votare Pinuccio Tal dei tali, per il tuo futuro , per il futuro dei tuoi figli, per il lavoro

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.