Messina, donare è buono: il dolce ucraino Paska per aiutare i profughi :ilSicilia.it
Messina

Beneficenza

Messina, donare è buono: il dolce ucraino Paska per aiutare i profughi

di
25 Marzo 2022

Finora la parrocchia ortodossa “San Giacomo apostolo maggiore” è riuscita a raccogliere oltre 13 tonnellate di aiuti mandati in Ucraina, e padre Giovanni Amante è pronto già a far partire un nuovo carico. Il cuore generoso di Messina continua a rispondere “presente” ed il pullman parte con gli aiuti e torna con i profughi.

Ma c’è di più, perché la solidarietà, in tempi di Pasqua, si fa dolce e l’iniziativa è stata presentata in una conferenza stampa nella chiesa ortodossa dagli Ambasciatori del gusto. Si chiama Paska ed è la colomba per la pace e la solidarietà. La ricetta e l’impasto sono proprio quelli tipici del dolce ucraino che si chiama “Paska” ma la forma sarà quella tipica italiana, la colomba. La forma e la sostanza che si uniscono in nome di un legame per la pace. Il ricavato della vendita andrà interamente alla chiesa ortodossa e sarà destinato ai profughi della guerra.

Il nome Paska ricorda anche un po’ il termine siciliano, Pasca, ed il nostro è un modo per unire simbolicamente due culture non solo in campo gastronomico ma con un atto concreto per aiutare la raccolta di beni di padre Amante”, spiega Pasquale Caliri che insieme a Francesco Arena e Lillo Freni, compone il tridente degli Ambasciatori del gusto in campo spesso con iniziative di beneficenza e per il sociale.

La colomba Paska è frutto di una donazione in ogni sua parte. Il sacchetto personalizzato con le bandiere delle due nazioni, realizzato dal gruppo LEM, ed i canditi di don Candito siciliano. Donare è sempre bello, adesso è anche dolce.

 

© Riproduzione Riservata
Tag:

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Una estate ricca di novità

L'estate è da sempre una stagione in cui i palinsesti delle tv in chiaro sono pieni di repliche di film e programmi tv. Film come Lo squalo, Pretty woman e la saga della Principessa Sissi sono delle presenze quasi costanti nelle programmazioni estive di molte tv

Blog

di Renzo Botindari

Election Day! Che bella parola

Nessuno mette in discussione che la nostra classe politica sappia fare dialettica e litigare a difesa delle proprie posizioni, o sappia addirittura demonizzare l’avversario, ma alla fine della elezioni chi uscirà vincitore dovrà governare

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

Primarie: un pasticcio alla siciliana

Nelle settimane scorse mentre dirigenti del PD siciliano si sbracciavano per spingere i propri iscritti e simpatizzanti a partecipare alle primarie e sostenere con il voto Caterina Chinnici, la candidata del partito, a Roma si consumava l’esperienza del governo Draghi.

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Vota e fai votare…. ma pensa con la tua testa

Vi ricordate quando, parliamo anni 60 e 70 , durante il periodo elettorale,  passavano per i quartieri le vecchie Fiat 600 con il megafono montato nel portabagagli sul tetto e gridavano con voce decisa, vota e fai votare Pinuccio Tal dei tali, per il tuo futuro , per il futuro dei tuoi figli, per il lavoro