Messina, due spine nel fianco del centrodestra: Lega e Fratelli d'Italia :ilSicilia.it
Messina

verso le elezioni

Messina, due spine nel fianco del centrodestra: Lega e Fratelli d’Italia

di
6 Aprile 2022

L’unità nella coalizione di centrodestra al momento non c’è. E non sembrano esserci spiragli prima di venerdì. Oggi vertice romano per provare a trovare equilibri e compattezza tra Palermo e Messina, ma in entrambi i casi sembra improbabile.

Se a Palermo il primo turno delle amministrative potrà essere visto come una sorta di “primarie” del centrodestra, non si può ripetere lo stesso scenario a Messina, dove in campo, oltre al centrosinistra c’è Cateno De Luca con Federico Basile. Una coalizione divisa rischia di arrivare terza e di restare fuori dal ballottaggio. Mentre Basile oggi presenta la seconda lista per le Municipalità, nel centrodestra le acque sono agitate.

E’ ormai acclarata la candidatura di Maurizio Croce, che ieri, dopo il comunicato dei 5 partiti che lo sostengono (Forza Italia, Ora Sicilia, Udc, Sicilia Futura, Democrazia Liberale), ha rotto gli indugi e si è detto pronto a mettersi al lavoro.

INCOGNITE LEGA E FD’I

Restano però due incognite: la Lega, che nelle scorse settimane ha sostenuto il nome di Nino Germanà e Fratelli d’Italia. Nel pomeriggio di ieri la Lega ha diramato un comunicato a doppia firma dei commissari Daniela Bruno e Nino Beninati con un invito all’unità ed un’apertura, sia pure velata, alla candidatura di Croce.  A far capire che la situazione non è affatto serena ci ha pensato dapprima Nino Germanà, il cui appello ad un passo indietro di tutti è rimasto inascoltato, ed in serata la stessa Daniela Bruno.

L’AFFONDO DI GERMANA’

Non appena il gruppo dei 5 ha confermato la candidatura di Maurizio Croce è stato il parlamentare leghista con un post a far capire che lo scontro (con Genovese) è ormai inevitabile. “Con grande senso di responsabilità ho lanciato un appello per trovare una sintesi unitaria che andasse oltre me e Croce- ha scritto Nino Germanà– Ma come era prevedibile il mio appello è caduto nel vuoto ignorato dall’arroganza di chi pensa di potere continuare a decidere le sorti di questa città manovrando tutti e tutto. E chi per anni ha affossato il Centrodestra con la sua presenza ingombrante, stavolta, in un colpo solo proverà a fare perdere cxd e csx e nessuno ha il coraggio di dirlo. Io lo posso dire e lo dico a voce forte perché sono un uomo libero e NON SONO IN VENDITA !”

LA LEGA

In serata è stata la volta di Daniela Bruno, nominata commissaria provinciale della Lega : “L’appello al senso di responsabilità e l’auspicio a trovare una sintesi proficua per l’unita’ della coalizione di Centrodestra lanciato anche oggi dalla Lega di Messina resta ancora una volta vano ed inascoltato. La Lega ha sempre dato grande disponibilità nel fare da collante rispetto ad una proposta politica unitaria che fino a questo momento non è arrivata”.

SILENZIO DI FD’I

In questo quadro continua il silenzio di Fratelli d’Italia che resta in attesa delle decisioni di Giorgia Meloni anche su Palermo, dove è già schierata Carolina Varchi. Non è del tutto esclusa una rottura con gli alleati alle amministrative, per far chiarezza poi in vista delle Regionali. Se così fosse Fratelli d’Italia dovrebbe trovare un candidato o una candidata per Messina.

Tutto può ancora succedere, compresa una corsa solitaria (o in coppia con la Lega) dei meloniani o il sostegno a Croce Quel che è certo è che i dissidi di questi giorni, comunque vada a finire, avranno conseguenze alle urne e sull’esito del primo turno.

Non a caso Cateno De Luca nelle dirette facebook del mattino “corteggia” apertamente Nino Germanà per far dispetto a quello che definisce l’asse Genovese-Navarra. Galeotto però pare sia stato un incontro a Roma, di sfuggita, tra Salvini e De Luca….. Insomma stay tuned

© Riproduzione Riservata
Tag:

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

Primarie: un pasticcio alla siciliana

Nelle settimane scorse mentre dirigenti del PD siciliano si sbracciavano per spingere i propri iscritti e simpatizzanti a partecipare alle primarie e sostenere con il voto Caterina Chinnici, la candidata del partito, a Roma si consumava l’esperienza del governo Draghi.

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Outlander e i viaggi nel tempo

Anche questa volta lo spunto per scegliere l argomento del nuovo articolo me lo ha dato una serie che sto seguendo in questo periodo con interesse crescente  : "Outlander". Sei  stagioni tutte presenti su Sky,  una serie di cui avevo sentito parlare e che più volte mi era stata

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Vota e fai votare…. ma pensa con la tua testa

Vi ricordate quando, parliamo anni 60 e 70 , durante il periodo elettorale,  passavano per i quartieri le vecchie Fiat 600 con il megafono montato nel portabagagli sul tetto e gridavano con voce decisa, vota e fai votare Pinuccio Tal dei tali, per il tuo futuro , per il futuro dei tuoi figli, per il lavoro