Messina, Elvira Amata: "Mancanza di medici e ritardi. Riorganizzare il 118" :ilSicilia.it
Messina

Emergenza-urgenza

Messina, Elvira Amata: “Mancanza di medici e ritardi. Riorganizzare il 118”

di
6 Aprile 2022

Le problematiche del 118 a Messina ed in provincia, ritornano periodicamente sotto i riflettori. La carenza di personale in un contesto di complessivo depotenziamento ha spesso innescato il dibattito sulla necessità di un forte intervento risolutorio.

A sollecitare provvedimenti in tal senso è la capogruppo Ars di Fratelli d’Italia Elvira Amata, dopo il caso di un medico di famiglia stroncato da infarto mentre stava per fare una visita domiciliare a Tortorici, una delle zone meno servite adeguatamente. L’ambulanza infatti è arrivata quando non c’era più nulla da fare.

La morte del medico di famiglia di Tortorici stroncato da un infarto e secondo le cronache in attesa di un’ambulanza del 118 che tardava, e che quando è arrivata era priva del medico- dichiara Elvira Amata– impone una profonda riflessione sulla situazione dell’emergenza-urgenza in provincia di Messina, soprattutto nei territori montani e lontani dalle principali strutture ospedaliere”.

La deputata che è anche componente della Commissione salute Ars evidenzia come esista a Messina un problema di carenza di medici nel territorio. “Ma mentre l’Asp dì Catania ha deciso di dare incentivi economici ai medici del 118, la stessa cosa non ha fatto l’Asp di Messina- prosegue la Amata- E’ evidente che a fronte della delicatezza del ruolo del medico 118 vada corrisposta una adeguata retribuzione esattamente in base al carico di lavoro e ai rischi legati all’attività professionale”.

La capogruppo di Fratelli d’Italia ricorda d’aver incontrato l’assessore Razza con una delegazione di medici del 118 per affrontare insieme con lui le criticità di un sistema che purtroppo oggi sconta questioni mai affrontate in passato. “Da parte dell’assessore – continua Amata – era arrivato l’impegno a risolvere anche il problema della rivisitazione del contratto vecchio ormai da 15 anni e che mai è stato rinnovato. Resta, tuttavia, inconcepibile ed inammissibile che un’ambulanza del 118 possa muoversi senza medici a bordo e giungere sul posto con forti ritardi. Non si può sopportare l’idea che si possa morire per l’eventuale ritardo di un’ambulanza o per la mancanza di medici soccorritori. Il sistema va riorganizzato

© Riproduzione Riservata
Tag:

Blog

di Renzo Botindari

Election Day! Che bella parola

Nessuno mette in discussione che la nostra classe politica sappia fare dialettica e litigare a difesa delle proprie posizioni, o sappia addirittura demonizzare l’avversario, ma alla fine della elezioni chi uscirà vincitore dovrà governare

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

Primarie: un pasticcio alla siciliana

Nelle settimane scorse mentre dirigenti del PD siciliano si sbracciavano per spingere i propri iscritti e simpatizzanti a partecipare alle primarie e sostenere con il voto Caterina Chinnici, la candidata del partito, a Roma si consumava l’esperienza del governo Draghi.

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Outlander e i viaggi nel tempo

Anche questa volta lo spunto per scegliere l argomento del nuovo articolo me lo ha dato una serie che sto seguendo in questo periodo con interesse crescente  : "Outlander". Sei  stagioni tutte presenti su Sky,  una serie di cui avevo sentito parlare e che più volte mi era stata

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Vota e fai votare…. ma pensa con la tua testa

Vi ricordate quando, parliamo anni 60 e 70 , durante il periodo elettorale,  passavano per i quartieri le vecchie Fiat 600 con il megafono montato nel portabagagli sul tetto e gridavano con voce decisa, vota e fai votare Pinuccio Tal dei tali, per il tuo futuro , per il futuro dei tuoi figli, per il lavoro