Messina, Giornata della Memoria: l'Anpi propone 5 giornate didattiche per ricordare :ilSicilia.it
Messina

gli eventi

Messina, Giornata della Memoria: l’Anpi propone 5 giornate didattiche per ricordare

di
25 Gennaio 2022

È cominciata ieri, lunedì 24, e si concluderà venerdì 28 gennaio la serie di incontri all’Istituto Tecnico “Verona-Trento” per ragionare insieme, relatori e studenti, sulla Giornata della Memoria. L’iniziativa è promossa dall’Istituto in collaborazione con l’Anpi messinese e ha visto ieri alternarsi il prof. Giuseppe Martino, presidente provinciale dell’Associazione, e il prof. Giuseppe Restifo, che ha proposto il tema “Un internato messinese nei campi di concentramento”.

A seguire e alternandosi nei due turni delle 10.30 e delle 13, per le classi “seconde”, martedì 25 il prof. Daniele Pompejano ha parlato della “Globalizzazione senza diritti”.

Domani, 26 gennaio, il prof. Giuseppe Martino proporrà alle classi “terze” un intervento sulla “Libertà di espressione”, mentre il 27 – Giornata della Memoria – seguirà il prof. Beniamino Ginatempo con l’attualissimo tema “Costituzione uguaglianza e ambiente”.

Chiuderà la serie di incontri, venerdì 28, il prof. Federico Martino con un intervento su “Libertà economica e dignità della Persona nella Costituzione italiana”.

Su iniziativa della sezione Anpi “Ignazio Di Lena” di Capo d’Orlando si susseguiranno cinque giornate di attività didattiche, da lunedì 24 a venerdì 28, nella scuole medie ed elementari, a cura degli insegnanti aderenti di Cesarò e Naso. L’idea attribuita dall’Associazione partigiana orlandina alla Giornata della Memoria è “Contro tutte le discriminazioni”, quindi con il titolo “Stop persecuzioni” è stata organizzata un’esposizione nella sede dell’Anpi. La mostra, curata da Concetta Guerriero e Franca Sinagra Brisca, aprirà in via della Fonte 57/59 sabato 29 alle ore 15 e rimarrà visitabile secondo le norme anticovid anche domenica 30 gennaio, mercoledì 2 febbraio e nuovamente sabato 5 e domenica 6 febbraio, sempre fra le 15 e le 18.

L’ITIS “E. Torricelli” di S. Agata Militello organizza, giovedì 27 gennaio 2022, alle ore 10.00, nell’ambito delle attività di promozione della cittadinanza attiva e della cultura della legalità e della solidarietà, un seminario dal titolo “Insieme per non dimenticare”. Sarà un’occasione per riflettere sul genocidio degli ebrei e sui terribili eventi storici che hanno funestato la nostra nazione e tutta l’Europa e per mantenere sempre viva nelle nuove generazioni la memoria di ciò che è stato. Interverranno: Prof.ssa Antonietta Amoroso, Dirigente scolastico; Prof. Giuseppe Martino, Presidente Provinciale dell’ANPI di Messina; Prof. Giuseppe Restifo, Università degli Studi di Messina, C. I. Storia Moderna; Dott. Bruno Mancuso, Sindaco di Sant’Agata Militello.

Gli interventi saranno coordinati dalla prof.ssa Letizia Oriti, docente dell’ITIS Torricelli. In conclusione verrà proiettato un filmato dal titolo: “I superstiti italiani dell’Olocausto”, realizzato dalle studentesse e dagli studenti di IV A CH.

Per iniziativa della sezione Anpi “Eliana Giorli” di Milazzo e in connessione alla Giornata della Memoria ci sarà la presentazione del libro di Mario Avagliano e Marco Palmieri, “I militari italiani nei lager nazisti”. La storia degli IMI (internati militari italiani) è la storia dei circa 650.000 soldati che, dopo l’armistizio dell’8 settembre 1943, furono catturati e deportati dai tedeschi. L’offerta di aderire alle SS o alla repubblica di Salò ed essere rimpatriati fu accettata solo da una piccola parte; la massa scelse di rimanere prigioniera nei lager, come autentico atto di resistenza. Grazie a una ricchissima mole di diari, lettere e testimonianze dirette, edite e ancor più inedite, il libro ne racconta la vicenda complessiva, dalla cattura alla liberazione e al ritorno, scoprendo anche aspetti poco noti della violenza nei lager, nei campi di lavoro coatto e di punizione, del loro bagaglio di ideali e di umanità, del rapporto con la popolazione civile e con le donne. Una pagina a lungo trascurata e sottovalutata recuperata qui, attraverso le voci dei protagonisti, in un quadro vivido e dettagliato.

La presentazione si svolgerà giovedì 17 alle ore 18 online sulla pagina facebook della sezione Anpi di Milazzo; interverranno: Mario Avagliano, giornalista e storico, coautore del libro; Mariella Bottaro, presidente della sezione Sicilia Anei (associazione nazionale ex internati) e figlia di un ex Imi; Mariella Germanotta, figlia di un ex Imi (Internati militari italiani) e Giuseppe Restifo, vicepresidente dell’Anpi provinciale.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Blog

di Renzo Botindari

Dopo Tanta Primavera è Giusto che Giunga l’Estate

Gli uomini invecchiano. I tempi cambiano e risulta naturale, necessario, saggio il cercare di andare avanti. Occorre metabolizzare i buoni e soprattutto i cattivi momenti, ma per evitare muri, divisioni ideologiche o di principio, non bisogna avere paura dell'alternanza e della necessità di dare una chance a chi vuole guadagnarsela sul campo. Nessuno è custode della verità assoluta.

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Remake e Reboot: un fenomeno in crescita

Non è certo un fenomeno nuovo, ma negli ultimi anni con l'avvento delle piattaforme streaming e il conseguente aumento della produzione di serie tv, i remake e i reboot ( in italiano rifacimento e riavvio) sono diventati molto frequenti. La differenza tra i due termini è sostanziale:

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Vota e fai votare…. ma pensa con la tua testa

Vi ricordate quando, parliamo anni 60 e 70 , durante il periodo elettorale,  passavano per i quartieri le vecchie Fiat 600 con il megafono montato nel portabagagli sul tetto e gridavano con voce decisa, vota e fai votare Pinuccio Tal dei tali, per il tuo futuro , per il futuro dei tuoi figli, per il lavoro

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Blog

di Alberto Di Pisa

Democrazia diretta e indiretta

Di recente Grillo ha dichiarato di non credere in una forma di rappresentanza parlamentare ma nella democrazia diretta citando in proposito il referendum come il massimo dell’espressione democratica.