Messina, il Comune fa rete per accogliere i profughi dall'Ucraina :ilSicilia.it
Messina

In fuga dalla guerra

Messina, il Comune fa rete per accogliere i profughi dall’Ucraina

di
14 Marzo 2022

Messina apre le porte ai profughi dell’Ucraina. Oggi sono attesi 23 ucraini (5 adulti e 18 minori non accompagnati) per i quali il Comune ha attivato le procedure necessarie  per ospitarli in una struttura convenzionata ed adeguata alle esigenze di accoglienza L’obiettivo, nei limiti del possibile, è ricevere il gruppo in un’unica struttura in modo tale che i minori possano rimanere tutti insieme, evitando loro ulteriori carichi di separazione.

Considerata la necessità di far fronte alle eccezionali esigenze connesse all’accoglienza di cittadini ucraini in arrivo sul territorio comunale in conseguenza del conflitto bellico in atto in Ucraina, – ha dichiarato il Commissario Straordinario del Comune di Messina Leonardo Santoro e a seguito della Circolare della Prefettura di Messina dello scorso 9 marzo, si è ritenuto di ospitare sul nostro territorio cittadini provenienti dall’Ucraina giunti in ordine sparso, accolti da familiari o conoscenti e tramite associazioni che organizzano arrivi programmati”.

Per fronteggiare l’esodo di nuovi arrivi di minori il Comune di Messina ha censito all’interno delle strutture convenzionate ulteriori posti disponibili. Per il percorso di ingresso e di accoglienza, a partire da questa mattina, lunedì 14, è stata predisposta con funzioni ridotte la riapertura del COC (Centro operativo comunale), cui spetterà la cabina di regia dell’attuale emergenza.

Le istituzioni coinvolte nel sistema di accoglienza sono il Comune (servizio sociale professionale – Azienda Messina Social City), l’Asp, la Questura, la Scuola, la Procura della Repubblica presso il Tribunale per i minorenni, il Garante dell’Infanzia, gli enti gestori di Comunità di accoglienza per minori convenzionate e dei progetti SAI e la Caritas. Sempre da lunedì 14, presso il Centro “Mai più ultimi” a Palazzo Satellite sarà operativo tutti i giorni, da lunedì a venerdì, lo Sportello di segretariato sociale – emergenza Ucraina, a cura di operatori dell’Azienda Messina Social City, con funzione di raccolta dati personali e punto informazioni.

Le operazioni di accoglienza dei minori saranno coordinate dalla responsabile Tornesi e dall’assistente sociale Giovanna Isaja, in raccordo con il Procuratore della Repubblica presso il Tribunale dei minorenni di Messina Andrea Pagano. Ulteriori informazioni potranno essere consultate, anche in lingua ucraina, sul sito ufficiale del Comune di Messina all’indirizzo www.comune.messina.it .

I  cittadini ucraini hanno l’obbligo di recarsi presso lo Sportello di Segretariato Sociale, istituito a Palazzo Satellite (piazza della Repubblica-Stazione centrale) presso il centro mai più ultimi  aperto da lunedì a venerdì dalle ore 9:00 alle ore 16:00. L’ente raccoglierà dati personali, specifici bisogni e  le necessarie informazioni anche in merito alle misure di controllo e profilassi sanitaria oltre all’offerta dei servizi sociali e sanitari territoriali.

Per informazioni contattare lo 090 7722988 – 2989 ore di apertura sportello o acquisite al sito ufficiale del Comune di Messina www.comune.messina.it. Gli elenchi dei cittadini registrati, saranno trasmessi alla Prefettura di Messina, alla Questura di Messina e al Direttore del Distretto Sanitario dell’Asp Messina.

Nel caso di presenza o segnalazione di minori ucraini non accompagnati, l’ Ente, provvederà a segnalare la presenza alla Procura della Repubblica presso il Tribunale per i minorenni, informando tra l’altro anche la Prefettura di Messina e la Questura di Messina.

 

 

© Riproduzione Riservata
Tag:

Blog

di Renzo Botindari

La Cosa Giusta

Il mio mondo è pieno di individui che hanno preso le scorciatoie e che con la loro scarsa morale minano alla base giornalmente i nostri principi essendo esempio di una classe vincente

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

Fine del Referendum?

Il voto delle amministrative del 12 giugno, i suoi risultati, con l’esultanza dei vincitori e la delusione degli sconfitti con il carico di polemiche e di recriminazioni, ha messo in ombra fino alla sua rimozione

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Remake e Reboot: un fenomeno in crescita

Non è certo un fenomeno nuovo, ma negli ultimi anni con l'avvento delle piattaforme streaming e il conseguente aumento della produzione di serie tv, i remake e i reboot ( in italiano rifacimento e riavvio) sono diventati molto frequenti. La differenza tra i due termini è sostanziale:

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Vota e fai votare…. ma pensa con la tua testa

Vi ricordate quando, parliamo anni 60 e 70 , durante il periodo elettorale,  passavano per i quartieri le vecchie Fiat 600 con il megafono montato nel portabagagli sul tetto e gridavano con voce decisa, vota e fai votare Pinuccio Tal dei tali, per il tuo futuro , per il futuro dei tuoi figli, per il lavoro

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.