Messina, la passeggiata "al buio" di Croce: "Una roulette russa per i non vedenti" :ilSicilia.it
Messina

verso le elezioni

Messina, la passeggiata “al buio” di Croce: “Una roulette russa per i non vedenti”

di
14 Maggio 2022

E’ mezzogiorno, pieno centro, piazza Cairoli. Dobbiamo soltanto attraversare la strada e superare un incrocio, quello tra la piazza e la via Tommaso Cannizzaro. Nel mezzo c’è il binario del tram, i marciapiedi, gli scivoli per disabili, il semaforo senza alcun sistema di segnalazione acustica. Un gioco da ragazzi per chiunque. Una roulette russa per i non vedenti.

Così il candidato sindaco del centro destra Maurizio Croce con la “passeggiata al buio” bendato ed accompagnato da Eleonora Urzì Mondo e Maurizio Pagano,  candidati al Consiglio comunale con Ora Sicilia, ha voluto concretamente dimostrare quanto, anche i più semplici gesti possano diventare difficili se non impossibili in una città come Messina che non è a misura di diversamente abile.

Anche i giornalisti hanno fatto la stessa prova, bendati, ma al fianco di un accompagnatore che li ha “guidati” passo per passo. Ed è un’esperienza durissima. Non ci sono segnalazioni acustiche, c’è caos ed è difficile capire cosa accade intorno, per non parlare poi della condizione delle strade soprattutto là dove ci sono i binari. Per di più la rampa per disabili ha, paradosso assoluto, un palo al centro con tanto di segnale stradale. Si perde il senso del tempo e dello spazio, non si hanno più coordinate. Insomma, attraversare per chi ha una disabilità è già difficile e rischioso, lo è in modo moltiplicato per chi è non vedente.

Nel 2022 i semafori senza segnalatori acustici sembrano retaggio da mezzo secolo fa.

Ringrazio Eleonora Urzì Mondo e Maurizio Pagano per avermi fatto provare l’esperienza della passeggiata al buio- ha dichiarato Maurizio Croce– Ho vissuto la complessità che i nostri concittadini non vedenti sono costretti a subire e ho compreso quanto grande sarà il lavoro per rendere migliore  la loro quotidianità e operare per una città a misura di diversamente abili”.

Ed è su questi aspetti che i candidati Eleonora Urzì Mondo e Maurizio Pagano hanno voluto accendere i riflettori: “Abbiamo voluto fare un gioco che però è qualcosa di serissimo. Deve essere formativo. Abbiamo cercato di traumatizzare non solo voi presenti ma l’intera cittadinanza. Bisogna sensibilizzare su questi argomenti. Si parla pochissimo di barriere sensoriali e pensate che questo non è uno degli incroci più pericolosi della città”. Una priorità “di cui bisogna parlare sempre e non soltanto in campagna elettorale”.

 

 

© Riproduzione Riservata
Tag:

Se sei donna

di Mila Spicola

Tre donne siciliane che hanno fatto la Storia

Conosciamo in tanti la storia di Franca Viola, di Alcamo, che nel 1968, appena diciottenne, sostenuta dalla sua famiglia, rifiutò un matrimonio riparatore, diventando un simbolo della crescita civile dell'Italia nel secondo dopoguerra e dell'emancipazione delle donne italiane.

Blog

di Renzo Botindari

Dopo Tanta Primavera è Giusto che Giunga l’Estate

Gli uomini invecchiano. I tempi cambiano e risulta naturale, necessario, saggio il cercare di andare avanti. Occorre metabolizzare i buoni e soprattutto i cattivi momenti, ma per evitare muri, divisioni ideologiche o di principio, non bisogna avere paura dell'alternanza e della necessità di dare una chance a chi vuole guadagnarsela sul campo. Nessuno è custode della verità assoluta.

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Remake e Reboot: un fenomeno in crescita

Non è certo un fenomeno nuovo, ma negli ultimi anni con l'avvento delle piattaforme streaming e il conseguente aumento della produzione di serie tv, i remake e i reboot ( in italiano rifacimento e riavvio) sono diventati molto frequenti. La differenza tra i due termini è sostanziale:

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Vota e fai votare…. ma pensa con la tua testa

Vi ricordate quando, parliamo anni 60 e 70 , durante il periodo elettorale,  passavano per i quartieri le vecchie Fiat 600 con il megafono montato nel portabagagli sul tetto e gridavano con voce decisa, vota e fai votare Pinuccio Tal dei tali, per il tuo futuro , per il futuro dei tuoi figli, per il lavoro

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Blog

di Alberto Di Pisa

Democrazia diretta e indiretta

Di recente Grillo ha dichiarato di non credere in una forma di rappresentanza parlamentare ma nella democrazia diretta citando in proposito il referendum come il massimo dell’espressione democratica.