Messina, l'esordio del Consiglio. De Luca presidente con 20 voti "più Iva": quota 23 :ilSicilia.it
Messina

La prima seduta

Messina, l’esordio del Consiglio. De Luca presidente con 20 voti “più Iva”: quota 23

di
14 Luglio 2022

Era già nell’aria sin dal giorno della proclamazione ma in occasione della “prima” del Consiglio comunale è stata la matematica a mettere il sigillo sulla maggioranza del sindaco Basile. Maggioranza che sale a quota 20 “più Iva”, con l’aiutino di 3 consiglieri delle coalizioni avverse che hanno votato per Cateno De Luca presidente dell’Aula. Un’iva scattata in tempi record e che potrebbe essere solo l’inizio.

In realtà la prima seduta del Consiglio comunale non ha comportato molte sorprese rispetto alle previsioni, comprese le prime aperture verso Basile, e la scontata elezione dell’ex sindaco alla presidenza.

DE LUCA PRESIDENTE

E’ un’Aula composta per la maggior parte da volti nuovi (e molti sono i giovani) e che, vedrà, almeno stando alle premesse, una serie di cambiamenti soprattutto nel regolamento, come già annunciato da De Luca in campagna elettorale. Peraltro lo stesso neo presidente del consiglio comunale ha detto chiaramente: “Non sarò super partes– ha detto De Luca–  Appartengo ad una parte politica e non sono ipocrita. La prassi di un presidente che non vota astenendosi e si nasconde dietro un’astensione che equivale ad un voto negativo non mi appartiene”.

La prima modifica al regolamento riguarderà in particolare il voto d’astensione che nei fatti nell’Aula dello Stretto è stato spesso e volentieri usato dalle presidenze come un alibi, dal momento che fino ad oggi equivale ad voto negativo. De Luca si dichiara comunque “presidente con scadenza a dicembre”, quando stando alla sua tabella di marcia lascerà il ruolo per spostarsi a Palermo.

PERGOLIZZI VICARIO

Presidente vicario è stato eletto, anche qui come nelle previsioni, Nello Pergolizzi che è un consigliere di lungo corso, dal momento che è al quarto mandato. La scelta è ricaduta su di lui perché De Luca, impegnato a battere la Sicilia palmo a palmo per la campagne elettorali per le regionali, non potrà garantire sempre la presenza.

Tanta emozione, tantissimi selfie del momento dell’insediamento, molti i papà presenti in Consiglio comunale per assistere alla prima seduta dell’eletto/a.

La votazione per l’ufficio di presidenza è stata scandita dalle prime scaramucce con l’opposizione di centrosinistra (Felice Calabrò in prima linea) pronta a dar battaglia per il secondo vice.

20 PIU’ IVA

Su 32 consiglieri presenti Cateno De Luca ottiene 23 voti e diventa presidente. Ai 20 voti della maggioranza ufficiale, quella uscita dalle urne, se ne aggiungono altri tre che pur nel segreto dell’urna sono abbastanza palesi. Il Pd ha infatti votato Antonella Russo che ottiene 3 preferenze su 4 eletti.

Il conto è presto fatto perché Cettina Buonocore, prima degli eletti nella lista di Franco De Domenico sindaco, in tempi record, ovvero alla seduta d’insediamento passa al gruppo misto e vota De Luca presidente. “Ne ho parlato con i miei elettori” spiega. Il centrosinistra, già falcidiato dalle urne perde quindi un consigliere già dalla prima seduta e si ferma a quota tre.

Ma nell’iva preannunciata da De Luca nelle scorse settimane ci sono altri due voti, questa volta targati centrodestra. E anche questi hanno una firma. I consiglieri eletti nel centrodestra infatti si sono votati. Così nelle schede all’appello mancavano i nomi di Nicoletta D’Angelo (unica eletta in Forza Italia) e Dario Zante (passato due mesi prima delle elezioni da Forza Italia a Ora Sicilia di Genovese). Entrambi sono due uscenti riconfermati e già con l’amministrazione De Luca non avevano mai fatto mistero di condividerne molte scelte. Semmai per Genovese, che aveva “sfilato” Zante a Forza Italia, non sarà stato piacevole vedere che alla prima seduta il consigliere ha espressamente votato per l’acerrimo nemico Cateno.

BASILE: BUON LAVORO

Il sindaco Federico Basile, dopo avere prestato giuramento, è intervenuto nella seduta di insediamento del nuovo Consiglio comunale. “Rinnovo gli auguri come avevo già fatto in occasione della vostra proclamazione – ha dichiarato Basile – e rivolgo un saluto di benvenuto a tutti voi. Formulo gli auguri al neo Presidente del Consiglio comunale Cateno De Luca ed al Vicepresidente vicario Sebastiano Pergolizzi. Ci si avvia ad affrontare una stagione importante, con l’auspicio di un lavoro proficuo e produttivo, nel solco di quanto è stato già fatto negli ultimi anni. Affidiamoci al metodo della partecipazione e del dialogo costruttivo, come già avvenuto, a pochi giorni dalla mia elezione, quando ho invitato a Palazzo Zanca gli altri candidati a Sindaco, e nel prendere parte in questi giorni alla prima seduta di insediamento dei nuovi Consigli delle sei Municipalità. La città mi ha affidato un mandato importante con oneri ed onori nel solco di un percorso che ci vedrà protagonisti per dare ulteriore spinta ed impulso alla crescita della nostra città. Grazie e buon lavoro a tutti”.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Blog

di Renzo Botindari

Cosa porterei con me nel futuro? Di certo una penna,

In un epoca condizionata dall'uso della videoscrittura o dei messaggi sui social io mi tengo stretto la mia penna a sfera e per questo certo che quando i computer andranno in crac la penna continuerà a scrivere fin quando avrà inchiostro.

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Una estate ricca di novità

L'estate è da sempre una stagione in cui i palinsesti delle tv in chiaro sono pieni di repliche di film e programmi tv. Film come Lo squalo, Pretty woman e la saga della Principessa Sissi sono delle presenze quasi costanti nelle programmazioni estive di molte tv