Messina: Ponti e viadotti a rischio, indagini geognostiche su 8 strutture :ilSicilia.it
Messina

Per il sindaco la situazione è preoccupante

Messina: Ponti e viadotti a rischio, indagini su 8 strutture

di
24 Agosto 2018

Dopo il crollo del Ponte Morandi a Genova si accendono anche su Messina i riflettori su ponti, viadotti e strutture considerabili a rischio nel territorio peloritano. Per questo il presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci, ha riunito nelle scorse ore i vertici e dirigenti di Cas, Anas, Dipartimento regionale trasporti e i sindaci.

E per quanto concerne la Città Metropolitana di Messina, sia per il Comune di Messina che per i Comuni della provincia, il sindaco Cateno De Luca ha esposto una situazione ad alto rischio. “La Città Metropolitana di Messina gestisce circa 3 mila km di rete stradale con circa 150 ponti e viadotti -ha spiegato- Ed 8 di questi richiedono immediate indagini geognostiche: Sinagra centro – SP 115 ponte Gurnazzo – SP 115 ponte Nuovo – SP Tripi ponte San Cono – SP 35 Pezzolo – SP 155 ponte Tre archi – SP 15 Roccafiorita – attraversamento del Mela”. Per questo l’Amministrazione messinese ha chiesto al Cas di effettuare immediate indagini su alcuni viadotti che danno da tempo segnali di ammaloramento con la caduta di calcinacci e che potrebbero rappresentare un motivo di pericolo per la sicurezza e la pubblica incolumità dei cittadini.

La situazione si delineerà con esattezza da qui ai prossimi 60 giorni, quando l’Anas andrà ad effettuare i necessari accertamenti su tutti i ponti e i viadotti dell’isola, come richiesto dal Governatore Musumeci. Una indagine che si estenderà a 120 giorni per le strutture più complesse, di maggiore portata. Il sindaco di Messina ha proposto di adottare le procedure di Protezione civile nelle attività di monitoraggio al fine di scongiurare ritardi e tempi più lenti nell’espletamento delle operazioni di accertamento sullo stato delle strutture che verranno prese in esame.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Merchandising: Fenomeno planetario, dove acquistare

Il mio primo acquisto di un articolo legato ad una serie tv o ad una saga cinematografica è avvenuto due decenni fa quando, trovandomi a Bologna a passare il capodanno da amici, andai a visitare un negozio del quale avevo sentito parlare tra gli appassionati di fantascienza.

Wanted

di Ludovico Gippetto

Nudité: una mostra fotografica che custodisce memorie altre

Si inaugura a Ragusa la mostra fotografica "Nudité - Il Giardino di Afrodite" a cura di Giuseppe Nuccio Iacono. La collettiva nasce dal lavoro del 1° Seminario della fotografia di Nudo nell’ottobre del 2019, in collaborazione con il Festival europeo del Nudo di Arles (Francia).

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.

Blog

di Renzo Botindari

La strada ed il pallone

Quanti di voi sono cresciuti giocando per strada, hanno frequentato le scuole pubbliche, dovendo crescere a volta prima del previsto? Cosa oggi hanno imparato e cosa possono consigliare alle nuove generazioni?

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

Aldo Rizzo: una risorsa sprecata

Nei giorni scorsi abbiamo appreso la triste notizia della scomparsa di Aldo Rizzo conosciuto e apprezzato prima come magistrato e poi come politico e amministratore pubblico.

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Una politica con troppi Capi e pochi Leader

Sono giorni frenetici per la politica nazionale e siciliana. Iniziano assemblee, vertici e riunioni dei partiti per discutere le migliori strategie, per non perdere posizioni e leadership nelle varie coalizioni. Ma tutto ciò serve veramente a qualcosa?

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin