Messina, scommesse clandestine e violazioni covid: multe e denunce :ilSicilia.it
Banner Bibo
Messina

l'intervento delle forze armate

Messina, scommesse clandestine e violazioni covid: multe e denunce

di
3 Aprile 2021

La Guardia di Finanza insieme ai funzionari dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, nel corso di tre interventi a Milazzo e Barcellona Pozzo di Gotto hanno denunciato tre titolari di esercizi pubblici e un dipendente per esercizio di scommesse clandestine e contestate violazioni amministrative nei confronti di altre dodici persone per violazione delle norme anti-Covid. In particolare nella sede di un’associazione ricreativa culturale della città del Longano scoperta un ‘attività di raccolta di giochi che non aveva l’ autorizzazione di pubblica sicurezza.

Nel corso dell’intervento sono state multate dodici persone, per il mancato rispetto delle misure di contenimento per il Covid19. In un secondo intervento, le Fiamme Gialle hanno sorpreso, all’ingresso di un’edicola, un avventore con in mano la ricevuta della giocata appena conclusa. I militari hanno constatato che il titolare agevolava la raccolta di scommesse su eventi sportivi, tramite siti non autorizzati al gioco in Italia.

Analoghe violazioni venivano riscontrate, poi, anche dalle Fiamme Gialle a Milazzo in un “Internet Point” del centro cittadino che funzionava, di fatto, da centro di raccolta e gestione di scommesse clandestine per conto di allibratori esteri, come testimoniato da numerose schedine delle giocate sottoposte a sequestro, dice la Gdf.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Blog

di Renzo Botindari

Come andato questo giro?

Lo sanno tutti che qui tutto cambia affinché tutto rimanga come prima e per questo per avere una chance dopo aver perso, meglio non farsi nemico l’avversario
Banner Telegram

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

La Repubblica compie 75 anni!

Una delle cause principali delle difficoltà in cui versa il Paese, segnato da uno sbandamento anche morale, da una involuzione culturale e civile, nasce sicuramente dall’avere smarrito il senso di questa data, da un affievolirsi dei valori che sono stati alla base della nascita della Repubblica
Banner Italpress

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin