Mezzojuso, la querela per diffamazione a Giletti e a La7: udienza rinviata :ilSicilia.it
Palermo

La procura ha chiesto il giudizio per gli indagati

Mezzojuso, la querela per diffamazione a Giletti e a La7: udienza rinviata

19 Febbraio 2019

È stata rinviata al 2 aprile l’udienza davanti al gup di Termini Imerese (Palermo) che deve decidere sulla querela per diffamazione presentata dal sindaco di Mezzojuso, Salvatore Giardina, autorizzato dal Consiglio Comunale, nei confronti dell’editore de La7, del conduttore di “Non è l’Arena” Massimo Giletti e dell’ex opinionista della trasmissione Klaus Davi. La procura ha chiesto il giudizio per gli indagati.

Sindaco e Consiglio Comunale si ritengono diffamati dalla trasmissione che per un anno ha dedicato uno spazio alla vicenda delle tre sorelle Napoli, proprietarie di un’azienda agricola con oltre 70 ettari di terreno tra Corleone e Mezzojuso dove coltivano cereali e foraggio.

Nell’udienza di oggi 19 febbraio è stata ammessa la costituzione di parte civile del comune di Mezzojuso nella persona del sindaco Giardina.

All’inizio dell’udienza – si legge in una nota a firma del sindaco Giardina, inviata ai mezzi di comunicazione –  è stato sollevato un difetto di procedibilità da parte degli imputati ed altre eccezioni tutte respinte. Inoltre, è stata autorizzata la citazione del responsabile civile e cioè l’emittente televisiva La7″.

“Sono contento per Mezzojuso, per la mia città”, dice Giardina.  “Abbiamo piena fiducia nelle istituzioni e nella giustizia ed attendiamo con spirito positivo il 2 aprile”.

 

LEGGI ANCHE:

Maxi raccolta firme a Mezzojuso: “Quereliamo Giletti e La7 per diffamazione”

Sorelle Napoli, il sindaco di Mezzojuso si scaglia contro Giletti

Le sorelle Napoli difendono la memoria del padre: “Calunnie, quereliamo” | Video interviste

Mezzojuso, sorelle Napoli: “E’ partita la macchina del fango”

 

 

 

Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Che Vuoi che Sia?

Basta che uno di questi missili venga lanciato “per errore”, che questi giocatori di Risiko non da tavolo, ma con le vite altrui, sbaglino ………. e un missile giunga su di noi, “finiu u cinema”!