19 Giugno 2019 - Ultimo aggiornamento alle 19.20

Le parole del presidente dell'Ars

Miccichè parla da demiurgo del governo regionale: “Nessuna crisi, solo cambio di assessori”

19 Giugno 2019

Non esiste nessuna crisi di Governo“, queste le parole del presidente dell’Ars, Gianfranco Miccichè durante la cerimonia in onore dell’ex assessore ai Beni culturali, Sebastiano Tusa, morto tragicamente in un incidente aereo.

Ieri è accaduta una cosa non ottima, c’è qualcuno che a mio avviso giustamente si è arrabbiato con qualcun altro“, continua Miccichè.

Il leader di Forza Italia in Sicilia si riferisce alla debacle politica della maggioranza di centrodestra, avvenuta in Aula, ieri pomeriggio, a seguito dello scontro tra il deputato regionale di Forza italia, Giuseppe Milazzo, e il vicepresidente della Regione, Gaetano Armao, anch’egli forzista.

Oggetto dell’attacco di Milazzo era stata la ‘trattativa tra Stato e Regione’ condotta da Armao che aveva esposto i dettagli nella sua sua relazione in parlamento: “Questa relazione è fantascienza, il risultato è fallimentare. Se ci fosse stata la sfiducia lei non avrebbe avuto copertura politica”, aveva affermato in Aula il neo eletto euro-deputato berlusconiano Milazzo.

La risposta dell’assessore al Bilancio, ieri durante la seduta non è tardata ad arrivare, “Nessuna iniziativa è stata presa da me, le decisioni sono state assunte dalla Giunta intera. Ho sempre esposto le evoluzioni degli accordi alla Giunta e il lavoro portato avanti è stato collegiale”.

Parole al vetriolo che evidenziano l’ormai chiara guerra interna a Forza Italia, o meglio, l’isolamento dello stesso Armao da parte dei fedelissimi di Micciché.

Il presidente dell’Ars, a margine della cerimonia, ha continuato a ribadire che ci sono persone “che occorre definire ex assessori“, (il riferimento a Gaetano Armao è più che evidente), per poi concludere di avere la certezza in un prossimo “cambio di assessori“: “Rimpasto significa che cambia la compagine di Governo. Il cambio di un assessore di un partito con un altro di uno stesso partito si chiama cambio di un assessore e non rimpasto“, conclude Miccichè.

LEGGI ANCHE:

All’Ars va in scena lo scontro in Forza Italia, attacco di Milazzo ad Armao

Tag:
LiberiNobili
di Laura Valenti

I lupi si travestono da nonne innocue

Il termine pedofilia (dal greco pais, fanciullo, e philìa, amore) dovrebbe significare una predisposizione naturale dell'adulto verso il fanciullo. Attenzioni che, in apparenza, sembrano dettate da amore e dedizione, possono, in realtà, mascherare un'inquietante e distruttiva perversione.
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

La città dei gabbiani

Sono preoccupato, ma non perché non vedo nulla, ma perché attorno a me c’è gente invasata che vede il castello “vede la luce”. Questa è l’epoca del grande inganno. E intanto sentiremo i versi degli innumerevoli gabbiani che ci fanno sognare di esser cittadini nordici di una meravigliosa isola.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.