Microcamera nascosta nel bagno delle donne: è caccia al guardone in un Comune del Palermitano :ilSicilia.it
Palermo

a Borgetto

Microcamera nascosta nel bagno delle donne: è caccia al guardone in un Comune del Palermitano

di
14 Febbraio 2020

Una microcamera è stata trovata installata nei bagni delle donne al Comune di Borgetto, nel Palermitano.

Alcune dipendenti hanno chiesto l’intervento dei carabinieri che hanno sequestrato l’apparecchio montato nella cassetta di scarico, con tanto di memoria, dove sono stati trovati registrati 12 video, ora al vaglio dei carabinieri di Partinico.

“Siamo costernati per quanto successo. A scoprire la telecamera – dice il sindaco Luigi Garofaloè stata una donna delle pulizie. Aspettiamo l’esito delle indagini, però mi sento di escludere che sia stato un dipendente comunale a installare la telecamera. Conosco la serietà dei lavoratori del Comune e posso escludere che ci sia una mano interna. E’ vero che il bagno era utilizzato dalla dipendenti del Comune, ma qualcuno dall’esterno potrebbe avere avuto la possibilità di accedere”.

Un fatto simile era successo due anni fa anche a Palermo, nel punto vendita H&M di via Ruggiero Settimo. Un uomo, sposato e padre di due figli, aveva piazzato una microcamera nel bagno delle donne per riprenderle mentre usufruivano della toilette del negozio.

 

 

LEGGI ANCHE:

“Mi piace spiare le donne”, scoperti video shock e telecamere nascoste nella toilette H&M Palermo

© Riproduzione Riservata
Tag:
Blog
di Renzo Botindari

“Sulle Rive del Don”

Per noi bambini, lui aveva il potere “di vita e di morte” sul marciapiede davanti la portineria, all'epoca tutti i portieri erano dei "Don", oggi sostituiti da un videocitofono.
Blog
di Alberto Di Pisa

Democrazia diretta e indiretta

Di recente Grillo ha dichiarato di non credere in una forma di rappresentanza parlamentare ma nella democrazia diretta citando in proposito il referendum come il massimo dell’espressione democratica.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.