Migliaia di visitatori a Gangi per il decennale del presepe vivente :ilSicilia.it
Palermo

oltre settemila persone

Migliaia di visitatori a Gangi per il decennale del presepe vivente

30 Dicembre 2018

Oltre settemila persone hanno invaso i vicoli di Gangi per ammirare la magia  del presepe vivente “Da Nazareth a Betlemme”. Un record per la rappresentazione realizzata nello scenario naturale dell’antico quartiere di Santa Lucia e lungo via Madrice.

Visitatori provenienti da tutta la Sicilia, ma non solo, sono rimasti estasiati dallo spettacolo che ha fatto registrare il massimo delle presenze tanto da costringere gli organizzatori a mettere in scena ulteriori rappresentazioni (fino a notte fonda) per accontentare i numerosi visitatori.

Una Natività diversa da tutte le altre per le caratteristiche ambientazioni ricostruite tra vicoli e slarghi e per la dovizia di particolari presentati durante i quadri rappresentativi, a condire il tutto un profondo spirito cristiano e un’atmosfera magica ricostruita all’interno dei vicoli caratteristici dell’antico borgo medievale.

Una vera e propria monumentale macchina scenica con grande impiego di mezzi e persone, effetti speciali e un cast di attori dilettanti ma anche professionisti che hanno sfidato le temperature rigide del periodo. Considerato uno degli eventi storici più affascinanti e coinvolgenti d’Italia, tanto da ricevere il prestigioso premio ITALIVE 2017.

L’evento è stato realizzato e programmato nei dettagli dall’associazione “Da Nazareth a Betlemme” con la collaborazione della comunità gangitana, l’impegno costante di figuranti e maestranze e il contributo di Comune di Gangi, Bcc, Pro Loco e numerose associazioni locali. La regia è curata da Peppuccio Ballistreri e Carmelo Domina, le musiche sono di Giovanni Germanà, la voce fuori campo di Santi Cicardo, e la consulenza storica di Stefano Sauro.

Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Che Vuoi che Sia?

Basta che uno di questi missili venga lanciato “per errore”, che questi giocatori di Risiko non da tavolo, ma con le vite altrui, sbaglino ………. e un missile giunga su di noi, “finiu u cinema”!