Migranti: 382 migranti scendono dalla nave quarantena ad Augusta :ilSicilia.it
Siracusa

OLTRE 200 PROVVEDIMENTI DI ESPULSIONE

Migranti: 382 migranti scendono dalla nave quarantena ad Augusta

di
14 Novembre 2020

Sono stati fatti sbarcati ieri dalla nave quarantena “Suprema” ormeggiata nel porto di Augusta 382 migranti, arrivati, nei giorni scorsi, a Lampedusa, che hanno ultimato il periodo di quarantena e sono risultati negativi al secondo tampone per il Covid-19.

Gli agenti della Polizia di Stato hanno eseguito 201 provvedimenti di respingimento emessi dal questore di Siracusa nei confronti dei cosiddetti “economici” e, pertanto, irregolari sul territorio dello Stato; di questi, 134 sono stati portati nei Cpr, dislocati sul territorio nazionale, dove sono stati accompagnati per essere successivamente rimpatriati nel paese di origine, mentre per gli altri 67 è stato adottato il provvedimento di lasciare il territorio nazionale.

Per i restanti 181 migranti, che hanno diritto a richiedere l’asilo politico, il prefetto di Siracusa, ha disposto che siano ospitati presso idonee strutture di accoglienza. La nave è poi ritornata a Lampedusa (AG) per imbarcare altri migranti giunti sull’isola.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

La Repubblica compie 75 anni!

Una delle cause principali delle difficoltà in cui versa il Paese, segnato da uno sbandamento anche morale, da una involuzione culturale e civile, nasce sicuramente dall’avere smarrito il senso di questa data, da un affievolirsi dei valori che sono stati alla base della nascita della Repubblica
Banner Ortopedia Ferranti

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin