22 Maggio 2019 - Ultimo aggiornamento alle 19.01
Ragusa

Organizzato dal Center for Migration Studies Mediterraneo Sicilia Europa

Migranti: a Noto il 6 ottobre Congresso internazionale “Dalle sponde siciliane all’Europa”

6 Settembre 2018

Le migrazioni occupano le prime pagine dei giornali di tutta Europa con la cronaca degli sbarchi. Ma sono veramente rare le analisi e gli studi su ciò che accade “dopo” lo sbarco. Fare luce su questi aspetti e creare una  “mappa “ragionata” di luoghi e spazi , e soprattutto delle tappe forzate, delle migrazioni è tra i principali obiettivi del congresso internazionale “Dalle sponde siciliane all’Europa. Posti di blocco, controlli sanitari, rifornimenti e pedaggi”. Il congresso si svolgerà il prossimo 6 ottobre  a Noto, nella sede del Palazzo della cultura “Carlo Giavanti”.

Il professor Maurizio Caserta (Presidente Centro Studi Mediterraneo Sicilia Europa e ordinario di Economia Politica all’Università di Catania) spiega così le ragioni del convegno: “ Il Mediterraneo è oggi il luogo più esposto alla tensione migratoria, perché è il luogo in cui l’inclusione e l’integrazione risultano estremamente ardue tanto a Sud quanto a Nord. La centralità geografica nella rotta mediterranea – spiega Caserta – conferma la Sicilia come principale area di sbarco dei migranti e, proprio in virtù di questa specificità, ospita tre dei quattro hotspot attualmente attivi. La mobilità in tale regione non è soltanto radicata nella sua vocazione atavica di crocevia di popoli diversi, ma è supportata dalle tendenze della mondializzazione economico-culturale che moltiplica i fattori delle migrazioni, oltre che dai differenti stadi di transizione demografica”.

I lavori del congresso metteranno in luce “il processo di accumulazione di capitale umano e sociale che il migrante compie attraverso le tappe del suo viaggio”, una chiave di lettura inedita che, sempre secondo il professore Caserta, deve  essere analizzata e compresa, poiché gli uomini e le donne che compiono questo viaggio “non sempre potranno arricchire il loro stock di capitale. In alcune tappe si verificherà l’opposto”.

L’evento è organizzato dal Center for Migration Studies Mediterraneo Sicilia Europa con il contributo del C.U.M.O. (Consorzio Universitario Mediterraneo orientale) e il sostegno della Città di Noto. Il programma del congresso può essere consultato grazie a questo indirizzo internet: http://www. centerformigrationstudiesmse. org/it/convegno/

Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Ho Rivalutato la Dea Eupalla

Questa settimana i miei contatti sui social mi hanno visto molto partecipe delle vicende legate alla sorte della squadra di calcio della mia città dando l’impressione più di essere un contradaiolo che un pacifico e tranquillo ingegnere che periodicamente si passa il tempo.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.