Migranti, a Pantelleria forze politiche trasversali chiedono impiego esercito e lavori centro prima accoglienza | FOTO :ilSicilia.it
Trapani

la richiesta

Migranti, a Pantelleria forze politiche trasversali chiedono impiego esercito e lavori centro prima accoglienza | FOTO

di
18 Agosto 2021

L’impiego dell’Esercito Italiano per la vigilanza costante e continua del Centro di Prima Accoglienza Temporaneo ubicato presso la Caserma Vincenzo Barone di località Arenella dell’Isola di Pantelleria e la realizzazione in tempi brevi dei necessari lavori di adeguamento della suddetta struttura è ciò che viene chiesto al Ministro dell’Interno, Al Prefetto di Trapani, alla Questura di Trapani e al Presidente della Regione Siciliana, da un’azione comune messa in atto da quattro consiglieri di opposizione e dalle maggiori forze politiche locali di centro destra e centro sinistra.

Si tratta dei consiglieri Claudia Della Gatta, Giuseppe Palermo, Giovanni Gabriele e Morgan Brignone.  E delle forze politiche di Pantelleria :Michela Silvia coordinatrice comunale Diventerà Bellissima;  Giuseppe La Francesca, segretario del  PD Pantelleria; Angela Siragusa, movimento Scegli Pantelleria; Federico Tremarco, Lega Pantelleria; Mariangela Silvia, movimento Pantelleria Popolare; Fabrizio D’Ancona, Forza Italia di Pantelleria.

I migranti – si legge nella nota – tra quali molti arrivano positivi al Covid – 19, seppur mantenuti in isolamento subiscono quella promiscuità dovuta all’affollamento del centro; in questo modo, tra i presenti, i positivi si triplicano perdendo così il controllo della situazione.

A causa della prolungata permanenza dei migranti nel Centro di Prima Accoglienza Temporaneo dell’isola, gli stessi hanno messo in atto delle vere e proprie fughe dal Centro, vagando per le strade dell’isola con alcuni di loro che sono entrati nelle proprietà private e all’interno delle private abitazioni, in alcuni casi servendosi della piscina, ivi abbandonando indumenti intimi, arrivando anche al furto veicoli di proprietà dell’unica scuola guida presente a Pantelleria, furto accompagnato dalla manomissione di estintori a polvere e relativi atti vandalici.

Appare normale quindi la forte preoccupazione e paura che si registra tra la popolazione pantesca, sino ad oggi non abituata a questo stato di cose e sempre dimostratasi solidale e tollerante.

Gli estensori della nota hanno inoltre ringraziato le forze dell’ordine presenti a Pantelleria, per il faticoso e impegnativo lavoro che giornalmente portano avanti seppur sotto organico.

Il territorio pantesco – chiudono le forze politiche intervenute – storicamente ha sempre mostrato una particolare sensibilità all’accoglienza, ma oggi è doveroso interpretare e farci portavoce delle paure e delle forti preoccupazioni dei cittadini panteschi unitamente alla consapevolezza che le forze dell’ordine non sono presenti in numero adeguato ancor più per fronteggiare disordini imprevisti, come nello stesso appare opportuno è doveroso riservare ai migranti un’adeguata e dignitosa accoglienza nel nostro Centro di Prima Accoglienza Temporaneo, prima del loro trasferimento sulla terra ferma che deve comunque avvenire nel più breve tempo possibile.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Squid game: il gioco dell’anno

C'è una serie tv di cui in questi giorni tutti parlano in decine di rubriche, articoli e servizi televisivi: mi riferisco a "Squid Game". Qualcuno ha accostato questa serie all'altro exploit Netflix, la Casa di carta, sia perché entrambe sono diventate un successo mondiale in pochissimo tempo con il solo passaparola
Banner Telegram

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Covid 19… per un nemico in più

Era il 1982, Riccardo Cocciante pubblicava il suo album ”Cocciante” e la canzone di successo fu “Per un amico in più”. In questa canzone il grande Riccardo ci descrive cosa non si fa per un amico in più.

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Classe dominante estrattiva

Nel mio ultimo saggio intitolato il lupo e l’agnello, pubblicato da Rubbettino, nelle librerie dal 1 luglio, tra i motivi del mancato sviluppo del Sud metto in evidenza quello della presenza di una classe dominante estrattiva

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin